Bloodborne: The Old Hunters, un oggetto fa nascere un'interessante teoria

Cosa unisce uno dei boss del gioco con uno degli oggetti più apprezzati dai giocatori?

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4
Osso del vecchio cacciatore potrebbe rivelare qualcosa di inaspettato Osso del vecchio cacciatore potrebbe rivelare qualcosa di inaspettato

Bloodborne è l'action rpg di From Software ambientato nella tanto misteriosa quanto pericolosa città di Yharnam dove, armato di singolari quanto efficaci armamenti, il giocatore ne svelerà i vari segreti e misteri. Dotato di un comparto artistico unico, e dalla più che discreta fluidità dei movimenti ha fin da subito conquistato i cuori di molti fan del genere. The Old Hunters, il primo di una serie di DLC a pagamento, è uscito lo scorso 24 Novembre e ha introdotto una serie di contenuti aggiuntivi tra i quali nuovi boss, nuovi armamenti, equipaggiamenti e costumi.

Uno di questi oggetti, "osso di vecchio cacciatore", è uno degli oggetti preferiti dai giocatori poichè permette di effettuare i roll in avanti e scatti più rapidamente. La descrizione dell'oggetto recita :"Si dice che quest'osso appartnesse ad un'apprendista di Vecchia Gehrmane, praticante dell'arte di Viridiana, una tecnica particolare per i primi cacciatori. E' più che opportuno che i cacciatori, portatori della fiamma sostenuta dal sogno, portassero in giro una vecchia reliquia dei suoi resti."

Esaminando la descrizione dell'oggetto, in rete è giunto il suggerimento che l'animazione dello scatto di Lady Maria sia uguale a quello indotto dall'oggetto e inoltre che nel luogo dove viene trovato la prima volta (ovvero L'officina abbandonata, la controparte originale dell'hub iniziale) sia lo stesso posto dove dall'hub si acceda all' Incubo del cacciatore (la prima nuova location del DLC); tomba dove "casualmente" si può trovare la bambola pregare a inizio gioco (casualmente perchè secondo alcune teorie Maria sarebbe l'ispirazione di Gehrman per la bambola)

Contestualmente, sia Maria che la bambola hanno la voce della stessa doppiatrice, Evetta Muradasilova; che sia un'ulteriore conferma di questa ipotesi?

Roberto TankMan Cirillo

Conosco i videogame da quando ho memoria, non ho particolari gusti anche se la mia serie preferita è Gran Turismo. Adoro ogni forma d'arte; dal cinema alla musica compresi i videogame stessi, i quali hanno saputo trovare il proprio posto all'interno della cultura pop e trascendere il carattere di mero passatempo infantile per imporsi come medium di preferenza di sceneggiatori e registi, dal quale raccontare storie e far vivere sempre nuove esperienze.