Nintendo annuncia la fine della produzione del Wii U in Giappone

Arriveranno presto novità anche per i territori Europei ed Americani?

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
WII U
Dopo l'annuncio arriva lo stop definitivo Dopo l'annuncio arriva lo stop definitivo

Nonostante in occidente la situazione sia ancora un mistero, Nintendo ha confermato che in Giappone la produzione della console Wii U è ormai terminata. A dare l'annuncio è la compagnia stessa tramite il sito ufficiale nipponico, anche se qualche tempo fa aveva già confermato che a breve la console non sarebbe più stata prodotta nella terra del sol levante. Al momento Nintendo non ha ancora rilasciato dichiarazioni per quanto riguarda l'Europa e l'America, quindi in questi territori la produzione non sembra aver subito modifiche.

Ma sono in molti a pensare che la situazione cambierà presto anche da noi, dopotutto ormai l'uscita della prossima console della compagnia, stiamo ovviamente parlando del Nintendo Switch, è sempre più vicina. In queste ore Nintendo, sempre sul sito Giapponese, ha rilasciato anche i dati di vendita hardware e software delle sue due piattaforme, il Wii U ed il 3DS. Come potete vedere, la console casalinga ha venduto, dall'uscita fino al 31 dicembre 2016, 13.56 milioni di unità, mentre per il software parliamo di 96.52 milioni.

La console portatile, come potete immaginare, ha fatto numeri migliori, con le vendite hardware che hanno raggiunto ben 65.30 milioni di unità, mentre le vendite software sono al 320.90 milioni. Non ci resta che salutarvi per ora, aggiornandovi in caso di novità sul futuro del Wii U in occidente.

Fonte e traduzione: Siliconera

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.