Funzionalità di Pre-Load presto disponibile su Wii U

Il nuovo Super Smash Bros. sarà chiamato ad inaugurare il nuovo servizio discusso con gli azionisti.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
WII U
Anche Donkey Kong sembra sbalordito dal "Pre-Load" Anche Donkey Kong sembra sbalordito dal "Pre-Load"

Nintendo è pronta ad allinearsi ai competitors anche sul fronte degli acquisti digitali in ambito software, garantendo ai videogiocatori la fruibilità dei nuovi titoli fin dal giorno di lancio. La funzionalità di "pre-download" sarà integrata in Wii U entro la fine dell'anno, a quanto pare già con l'arrivo di Super Smash Bros. Wii U, uno dei videogiochi più attesi e promettenti di questo fine 2014.

Il titolo prodotto da Masahiro Sakurai ha già dimostrato con Super Smash Bros. per Nintendo 3DS di essere ricco di contenuti e sorprese. E' quindi probabile che l'elevato numero di contenuti sia la ragione per cui l'azienda di Kyoto voglia garantire - con la versione Wii U - la possibilità di scaricarlo prima del lancio ufficiale, annullando di conseguenza le attese dei videogiocatori che potrebbero trovarsi fra le mani un corposo download da effettuare.

La fruibilità del servizio è ovviamente dedicata a coloro che sceglieranno di acquistare i videogiochi in formato digitale, scaricando una corposa porzione di dati prima del giorno di lancio, seguita da un piccolo update al momento della commercializzazione ufficiale, utile a far avviare il prodotto. Tale possibilità sarà disponibile anche su Nintendo 3DS in futuro, ma solo a partire dal 2015.

Maggiori dettagli su questa funzionalità e la disponibilità in Europa di tale servizio saranno discussi nelle prossime settimane.

[Via Nintendo]

Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.