Nuovi dettagli sui Dolls di Xenoblade Chronicles X

Perchè le misure contano anche nel mondo dei videogiochi

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
WII U
Il titolo Monolith invaderà il mercato nel 2015 Il titolo Monolith invaderà il mercato nel 2015

Il nuovo Tweet di Tetsuya Takahashi dedicato a Xenoblade Chronicles X mette in risalto i Mech, che in questo specifico caso vengono chiamati 'Dolls', ben visibili nei trailers rilasciati fin dall'annuncio ufficiale del titolo.

"L'altezza dei Dolls è circa cinque volte superiore a quella di un adulto, aggirandosi fra i 9-10 metri" dice Takahashi. "Questo è stato calcolato come il miglior rapporto [umano-robot] quando si combatte o esplora, tenendo in considerazione sia i Dolls che gli esseri umani. Se i Dolls fossero stati più grandi, anche la mappa sarebbe dovuta essere più grande, così abbiamo deciso queste dimensioni non a causa di vincoli nel budget, ma perché porterebbe ad un'esplorazione molto più lenta in forma umana."

Le mappe in Xenoblade Chronicles X per Wii U, sono all'incirca cinque volte più grandi di quelle viste nel primo Xenoblade su Wii.

"Sono passati 15 anni da quando è stata fondata Monolith, e credo che con questo gioco ho finalmente incontrato la sfida che sentivo dentro di me, creando un gioco di ruolo in cui gli esseri umani ed i robot possano coesistere."

Monolith Software è stata costituita a ottobre 1999. L'azienda è stata fondata da Hirohide Sugiura e Tetsuya Takahashi, dopo aver abbandonato entrambe Squaresoft e aver accettato un investimento da Namco. Fino al 2007, Monolith ha prodotto giochi come Baten Kaitos e Xenosaga per Namco; successivamente lo studio è stato acquisito da Nintendo che ha portato alla nascita di Disaster: Day of Crisis, Soma Bringer e Xenoblade.

[Via Siliconera]

Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.