Nuovo hardware Nintendo: contatti con AMD e Imagination Technologies

Digital Foundry rivela uno scottante retroscena sulle future scelte Hardware di Nintendo. Diamo inizio alle speculazioni

scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)
WII U 3DS
Nintendo pronta per il futuro, ma ci vorrà ancora tempo per vederne i frutti Nintendo pronta per il futuro, ma ci vorrà ancora tempo per vederne i frutti

Partiamo con la dovuta calma e fermiamo almeno per un attimo gli entusiasmi: quello che segue è, e resta per ora, solo frutto di speculazioni giunte attraverso una sessione di chat informale fra Richard Leadbetter per Digital Foundry (rubrica tecnica di Eurogamer) e un dipendente "ben posizionato" nel business hardware rimasto anonimo.

Bene, arrivati a questo punto affrontiamo il vero fulcro della discussione: Nintendo si sta interessando seriamente allo sviluppo delle future piattaforme da gioco, chiamando in causa AMD e Imagination Technologies. Conosciute entrambe per la produzione di microprocessori utilizzati per i più disparati sistemi, vale la pena sottolineare il coinvolgimento di AMD nello sviluppo delle più recenti CPU e GPU per PC e console, mentre Imagination Technologies la si può citare nello sviluppo di alcune soluzioni utilizzate in diversi dispositivi, fra cui Apple con i recenti iPhone 5 o iPad 4.

La sessione di chat in oggetto, ormai vecchia di circa 18 mesi (come segnala l'autore), dovrebbe quindi far riflettere abbondantemente sull'attuale stato dei lavori per le future piattaforme di Nintendo (mobile e home), che ricordando le parole del Presidente della compagnia, Satoru Iwata, dovrebbero garantire la dovuta scalabilità, utile a ridurre i tempi ed i costi di sviluppo software per favorirne la distribuzione su entrambe.

Per fare un piccolo esempio, si può citare il miracolo avvenuto recentemente con Super Smash Bros. per Nintendo 3DS e Wii U, un titolo condiviso e per quanto possibile, capace di garantire le medesime caratteristiche di gameplay e comunicazione fra le due console. L'idea generale è quindi quella di emulare il mondo mobile, offrendo quei vantaggi che derivano proprio dalla scalabilità nativa dei dispositivi quali Tablet e Smartphone, reperibili con diverse prestazioni e prezzi sul mercato. Applicazioni identiche, risultati parzialmente diversi, ma condivisibili, senza dimenticare le infinite possibilità a cui si potrebbe dar vita nei futuri videogames.

L'articolo firmato Digital Foundry percorre infine un'ipotetica strategia Nintendo, basata sulle dichiarazioni offerte dai più illustri volti della casa di Kyoto ed i scenari vissuti sulle precedenti e attuali piattaforme della società. Un articolo interessante e assolutamente da leggere, utile soprattutto a capire quanto sia importante per Nintendo, fare la parte della vera Nintendo, ovvero quella della sviluppatrice Hardware e Software, capace di far sognare i videogiocatori di tutto il mondo. Forse, riusciremo veramente a giocare un nuovo videogames a casa e portarlo avanti in Metro, chissà!

Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.