Project Treasure cambia in Lost Reavers e spunta un nuovo video

Bandai Namco rilascerà presto in Giappone il nuovo free-to-play in esclusiva su Wii U

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
WII U
"Copritemi, la reliquia è proprio qui davanti a me!" "Copritemi, la reliquia è proprio qui davanti a me!"

Bandai Namco ha ufficializzato il titolo definitivo di quel Project Treasure annunciato lo scorso anno come free-to-play esclusivo per Nintendo Wii U; il nome di questo titolo votato all’esplorazione sarà Lost Reavers, benchè non si conosca ancora una data di rilascio definitiva. Una versione Beta sarà presto disponibile in Giappone, utile per eseguire dei test di gioco massicci.

Il sistema di azione “multiview” sembra essere il fiore all’occhiello proposto dal team di sviluppo, capeggiato in Produzione da Katsuhiro Harada, conosciuto per la serie picchiaduro di Tekken. Questo sistema di puntamento pensato per poter godere di una maggiore precisione di mira facendo fuoco sul nemico, pare essere molto simile a quanto fatto con il recente Devil’s Third, permettendo al giocatore di passare facilmente da una visuale in terza persona, a quella in prima persona.

Nel gioco quindi saranno disponibili diverse classi di personaggi, apparentemente votati alle armi da fuoco e alle armi da mischia, con delle caratteristiche ben evidenziate nel nuovo trailer disponibile in calce.

Lo scopo di questo free-to-play per Wii U sarà quello di esplorare delle zone per raggiungere e recuperare una particolare reliquia in un’azione di gioco cooperativa online insieme ad altri 3 avventurieri. Tali zone saranno colme di mostri e trappole, sfoggiando particolari similitudini con la serie Monster Hunter di Capcom.

Lost Reavers per Nintendo Wii U sarà disponibile anche in Europa, con molta probabilità entro la metà del 2016.

Lost Reavers Trailer Beta Test
Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.