Phil Spencer parla del 2016 che ci aspetta su Xbox One

La console Microsoft riuscirà a stupirci in un anno costellato di scoppiettanti esclusive Sony?

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
XONE
Alan Wake 2 vedrà la luce solo dopo Quantum Break Alan Wake 2 vedrà la luce solo dopo Quantum Break

Phil Spencer è sempre molto attivo e non perde occasione di comunicare con l'utenza Microsoft, soprattutto via Twitter. Nelle ultime ore moltissimi utenti Xbox One stanno "cinguettando" sul Social Network rivolgendosi al capo della divisione boxara e ponendogli domande sul futuro della console, in particolare cosa ci aspetta per il 2016 sul versante delle nuove IP e delle edizioni limitate.

"Il 2016 dovrebbe essere davvero un buon anno per Xbox - ha scritto Spencer - Stiamo producendo nuove IP come mai da molto tempo a questa parte. Renderle un successo sarà una bella sfida. Non abbiamo stabilito ancora tutte le versioni di ogni gioco ma sappiamo che agli appassionati piacciono le Edizioni Limitate con più contenuti, quindi ci stiamo pensando".

C'è stato spazio anche per parlare di Alan Wake 2, ipotetico sequel dell'esclusiva Microsoft sviluppata da Remedy Entertainment e pubblicata nel 2010 su Xbox 360 - sbarcò, poi, solo due anni dopo su PC. Spencer, per il momento, è stato abbastanza categorico e conciso, pur rimanendo fiducioso per gli anni a venire:

“Al momento siamo concentrati con Remedy su Quantum Break ma quando avremo finito sono sicuro che parleremo del loro futuro”

Voi cosa vi aspettare da Xbox One per questo 2016? Lasciateci le vostre opinioni nei commenti o sulle nostre pagine social!

 

Gabriele Laurino

Sono Gabriele, ma chiamatemi pure Gabbo. Universitario, stagista radiofonico e aspirante giornalista. Appassionato ovviamente di videogames, ma anche di cinema, letteratura, serie tv, anime, manga e comics. I generi videoludici che amo di più sono i gdr, i picchiaduro, gli sportivi e i free roaming. Il mio videogioco preferito in assoluto è indubbiamente Kingdom Hearts. Il mio obiettivo, al momento, è farmi strada in questo settore, in modo da poter unire l'esperienza giornalistica alla passione per i videogames.