Problemi di cheating sulla beta di The Division

Quelli della Ubisoft cercano di rassicurare dando la colpa a bug

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PC XONE
Assisteremo ad un disastro ai livelli di AC Unity o davvero non si tratta di niente di grave? Assisteremo ad un disastro ai livelli di AC Unity o davvero non si tratta di niente di grave?

The Division promette di essere davvero un titolo validissimo, ed ha mostrato le sue potenzialità nella beta di questi giorni. Tuttavia la versione di test su PC ha dovuto fare i conti con i cheaters: il sistema anti-trucchi del gioco sembrerebbe facilmente aggirabile, e molti utenti si sono lamentati della presenza di troppi giocatori che sfruttavano queste debolezze.

Un community manager, sul forum ufficiale della Ubisoft, ha dichiarato che potrebbe trattarsi di exploits o glitches, e che non necessariamente i cheaters abbiano usato programmi esterni per hackerare il gioco. Si spera quindi che, come detto dal suddetto community manager, nella versione stabile tutte questi problemi verranno risolti. La stessa cosa è stata confermata dal developer Hamish Bode su Twitter, quindi è molto probabile che il fenomeno verrà stroncato sul nascere.

Che sia stato solo un modo per prendere tempo? Si sa, quelli della Ubisoft sono famosi per il rilascio di titoli incompleti e/o pieni di bug. Chissà, forse non sarà questo il caso: non possiamo fare altro che attendere.

The Division vedrà la luce il prossimo marzo su PC, Xbox One e PS4.

Daniele Ricciardi

Salve, io sono Daniele, ma potete chiamarmi -DIX. Tra le mie passioni spiccano libri, musica, film e, come avrete intuito, i videogiochi, e cerco di comunicarle al mondo insieme ad i miei pensieri ed idee facendo video su Youtube e scrivendo articoli