Hitman si dà un' aggiustatina e torna su Xbox One

Hitman Absolution è pronto a farsi rigiocare, questa volta su Xbox One.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
XONE
Riuscirete a non farvi scoprire anche su Xbox One? Riuscirete a non farvi scoprire anche su Xbox One?

Mentre siete in trepidante attesa di vestire nuovamente i panni dell'Agente 47, nel reboot di Hitman, la cui uscita è prevista per marzo, voi fortunati possessori di Xbox One potrete rigiocare quella perla del 2012 intitolata Hitman Absolution. Ebbene si il precedente capitolo della saga di Hitman sarà uno dei nuovi titoli che usufruirà della retrocompatibilità della console di Microsoft.

Durante un'intervista rilasciata ai microfoni di WorthPlaying, Reilly Brennan il direttore delle pubbliche relazioni di IO Interactive e il capo dello studio Hannes Seifert hanno confermato che Hitman Absolution arriverà su Xbox One in un futuro non molto lontano, anche se nessuno dei due è stato in grado di fornire una data d'uscita. Oltre ad Absolution, Brennan e Seifert hanno espresso l'interesse di IO Interactive nel portare su Xbox One altri titoli, infatti lo studio vorrebbe fornire una più ampia esperienza di gioco ai propri fan, cercando di inserire nella lista di giochi retrocompatibili della console di Microsoft ogni singolo gioco uscito durante la scorsa generazione.

Rimanendo in tema Microsoft e Xbox One  non si fermano qui, infatti sono stati aggiunti alla lista di giochi retrocompatibili, ben 4 titoli: Lego Batman, Sam and Max: Beyond Time, Alan Wake’s American Nightmare e Trials HD. La settimana scorsa però Microsoft ha avuto un po' di problemi legati proprio alla questione retrocompatibilità poichè a seguito di un bug del sistema è stato possibile accedere ad alcuni giochi non in lista come Red Dead Redemption.

Potete dare un'occhiata alla lista completa dei giochi retrocompatibili qui, buon divertimento.

Fonti: Dualshockers e EGMnow

Mauro Brisacani

Mauro Brisacani nasce a Bari nell'ormai lontano 1995. La passione per i videogiochi lo accompagna sin dalla tenera età quando mise le mani sul suo primo PC. Studente presso l'Università degli studi di Bari, sogna di divenire un giornalista e/o critico videoludico o sportivo.