Dead Rising 3 promette zombie ed edifici sempre nuovi

Zombie ed edifici sempre nuovi in Dead Rising 3.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
XONE

Mike Jones, produttore di casa Capcom, ha rivelato durante un'intervista a CVG, che ogni zombie che vedremo in Dead Rising 3 sarà generato proceduralmente. Per capire meglio il concetto, eccovi le parole di Jones: "Non vedrete mai lo stesso zombie due volte. Sono tutti generati proceduralmente: taglio di capelli, vestiti, colori, texture. Ma anche i dettagli quali: mascelle mancanti, occhi assenti - è tutto totalmente dinamico. E' un sistema che abbiamo costruito per il gioco. Non abbiamo modellato solo gli zombie, abbiamo modellato ogni singolo pezzo che poi il sistema aggrega," questo per quanto concerne gli zombie.

Il produttore ha però dichiarato che per quanto riguarda invece l'ambiente, in specifico gli edifici, non è stato adottato questo sistema, per evitare il ripetersi di elementi. Vediamo allora come è stato svolto tale lavoro: "E' dunque un lavoro che promette grande varietà e poco riutilizzo. Non utilizziamo mai le stesse texture troppe volte, ne tanto meno utilizziamo le stesse geometrie. Ogni edificio e interno di Dead Rising 3 è stato ideato e sviluppato a mano. Non vedrai mai lo stesso edificio due volte."

Dead Rising 3 è un'esclusiva Xbox One ed uscirà la lancio della console, fissato per il 22 novembre.

Domenico De Martino

Nel mondo dell’editoria digitale praticamente da sempre, cresce a pane e news per poi espandere i propri confini con recensioni, anteprime, speciali e rubriche. Gioca fin dalla tenera età ma solo con il tempo etichetta il mondo del gaming e della tecnologia ad arte, nel senso più stretto del termine. Non disdegna le console Microsoft e Nintendo ma la Sony avrà sempre un posto speciale per lui. Con gli anni si da anche al PC Gaming che ad oggi reputa il essenziale. Amante degli Adventure e degli Sparatutto, ha un occhio di riguardo anche per RPG in stile giapponese, gli Action e ultimi, ma non ultimi, gli Indie Games. La sua parola preferita è “Epico”.