Disponibili le Turtle Beach Ear Force XO Four

Con autorizzazione Microsoft

scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)
XONE
Anche l’orecchio vuole la sua parte Anche l’orecchio vuole la sua parte

I videogiocatori ormai lo sanno, per un’esperienza a 360° non basta una console e un controller. Tutti gli accessori che permettono di immedesimarsi maggiormente sono ormai irrinunciabili. L’audio è uno degli aspetti che più viene preso in considerazione. Con le console di nuova generazione disponibili da qualche mese, gli utenti stanno iniziando a cercare delle cuffie da gaming adatte. Turtle Beach ci propone le sue Ear Force XO Four per Xbox One disponibili da oggi in tutti i punti vendita.

Per maggiori informazioni vi lasciamo al comunicato ufficiale:

Newave, distributore italiano del marchio Turtle Beach, è lieto di annunciare che il modello Ear Force XO FOUR, le prime cuffie gaming con licenza Microsoft per Xbox One dell’azienda americana leader nell’audio per il settore videogame, è finalmente disponibile in tutti i punti vendita.

Tecnologia, know-how ed esperienza nel settore game hanno permesso a Turtle Beach di creare un modello di cuffie di nuova generazione caratterizzato da elevata qualità e da un sistema audio innovativo, in grado di rendere tutte le fasi di gioco estremamente coinvolgenti. Turtle Beach inoltre rimane una delle due aziende autorizzate da Microsoft alla produzione di headset con licenza ufficiale per Xbox One.

Entro fine Marzo disponibile anche il modello EAR FORCE XO SEVEN, che completerà la gamma di headset per Xbox One.

Riccardo Rossi

Videogiocatore fin dall’infanzia, ancora innamorato di Final Fantasy X e dei Giochi di Ruolo a turni. Affascinato dagli emotional game in grado di trasmettere sensazioni al giocatore. Da amante dei Free Roaming e del post apocalittico lo si può ancora trovare disperso nella Zona Contaminata della Capitale intento a portare a termine l’ennesima partita a Fallout 3. Felice di chi porta innovazioni e nuove esperienze ludiche nel settore. La passione per i videogiochi ha incontrato quella della scrittura, da anni si diletta come redattore. L’esperienza con KingdomGame.it l’ha portato ad accamparsi fuori dagli uffici milanesi di distributori e publisher pronto per partecipare agli eventi stampa, dove è possibile trovarlo regolarmente pad e microfono alla mano.