Inazuma Eleven 3: Ogre all'Attacco - Recensione

L'ultimo capitolo della storia di Mark Evans arriva anche in Europa!

scritto da
Vota questo articolo
(6 Voti)
3DS
Gli Ogre invadono il mondo del calcio! Gli Ogre invadono il mondo del calcio!

Inazuma Eleven torna ancora una volta sugli schermi della portatile Nintendo 3DS con una nuova versione del terzo capitolo chiamato Ogre all’Attacco. In questa avventura rivivremo di nuovo le peripezie che la Inazuma Japan ha dovuto affrontare durante il Football Frontier International, competizione dove le migliori squadre del mondo si affrontano per determinare chi è la migliore. In questa nuova versione però, c’è un nuovo pericolo che si nasconde nelle tenebre, si tratta di un piano malvagio per eliminare per sempre lo sport del calcio dalla storia. Ma andiamo avanti per vedere cosa ha da offrirci Inazuma Eleven 3: Ogre all’Attacco! Vi ricordiamo inoltre che in Giappone è anche disponibile un film dedicato a questa versione del gioco, pellicola che ancora non è arrivata in occidente.

Alla conquista del mondo… Di nuovo!

Come riepilogato nell'introduzione e se avrete giocato alle due vecchie versioni di Inazuma Eleven 3, anche in Ogre all'Attacco il giocatore si ritroverà a guidare nuovamente l'Inazuma Japan durante tutta la competizione del Football Frontier International. Nonostante molte scene siano familiari, in questa versione c’è una nuova minaccia che viene dal futuro. Un gruppo ha infatti intenzione di eliminare per sempre il gioco del calcio dalla storia dell’umanità e per riuscire in questa impresa hanno escogitato un piano chiamato Ogre. L’obbiettivo è quello di fermare la vittoria dell'Inazuma Japan, cercando di non influenzare troppo gli eventi del passato. Ma il futuro non porta solo nemici, visto che a dare una mano ai nostri prodi difensori del calcio c’è anche il pronipote di Mark Evans, ovvero Canon Evans.

Scoprirete che i piani di Ray Dark e di Zoolan Rice non saranno l’unico freno pronto a fermare la vostra avanzata. Il piano Ogre inizialmente sembrerà solo una sorta di storia secondaria, che entrerà completamente in scena dopo essere arrivati verso le finali del Football Frontier International.

Si torna a dar calci ad un pallone

Inazuma Eleven è famoso per essere un ibrido tra gioco di ruolo e calcio, anche questo episodio non fa differenza ovviamente. Come in passato, i personaggi della squadra aumenteranno di livello guadagnando esperienza durante gli scontri, ottenendo così anche nuove tecniche. Queste si potranno ottenere anche durante la storia principale o acquistandole in determinati negozi. Utilizzandole più volte inoltre aumenteranno di efficacia, anche se si dovranno spendere più PT. Ne troveremo di diversi tipi, tecniche di tiro, di difesa, di attacco e di supporto, alcune potranno anche bloccare i tiri che stanno per arrivare in porta. Giocherà un ruolo molto importante l’elemento, in base al suddetto infatti le possibilità di rubare la palla o di fare goal cambieranno e potranno andare sia a vostro favore che sfavore. Oltre alle sfide contro altre squadre durante il Football Frontier International, gli incontri casuali vi porteranno a giocare a calcio contro un gruppo di quattro calciatori. Saranno presenti diverse condizioni per vincere, dal segnare semplicemente un goal al non farsi rubare la palla. Se siete fortunati inoltre dopo aver vinto, un giocatore della squadra avversaria potrebbe decidere di unirsi a voi. Ma ci sono davvero molti modi per ottenere altri alleati in Inazuma Eleven. Ad esempio potete usare i distributori di palline sparsi in tutto il gioco, oppure ricorrere al sistema soffiatalenti.

Quest’ultimo vi permetterà di ottenere giocatori di squadre che avete già affrontato in passato. Con la Mappa dei Contatti invece incontrerete nuovi alleati, ma prima di ottenerli dovrete soddisfare alcune condizioni. Direttamente dalle vecchie versioni ritornano anche in questa avventura le Tattiche Speciali, una delle prime difficoltà che dovrete affrontare nel gioco. Potrete imparare anche queste in diversi modi e consumeranno un indicatore diverso per essere utilizzate. Anche queste, come le tecniche, potranno essere contrastate dagli avversari e si dividono in tattiche di attacco e di difesa. Per aumentare le varie statistiche non mancheranno diversi equipaggiamenti, come le scarpe che andranno ad aumentare la potenza di tiro o la velocità e alcune collane e ciondoli che miglioreranno la resistenza o il controllo. Un altro metodo per migliorare i personaggi sono i centri di allenamento, dopo aver scelto quale statistica aumentare vi basterà arrivare fino alla fine di una sorta di dungeon per ottenere dei benefici. Anche i Training Point sono utili a questo scopo, anche se le migliorie si applicheranno ad un solo personaggio. Se avete ancora una copia di Inazuma Eleven 3 Lampo Folgorante o Fuoco Esplosivo, potete ottenere un codice speciale Ogre che vi donerà giocatori e oggetti speciali. Tra le poche novità di questa nuova versione troviamo la Modalità Torneo. Grazie a questa il giocatore potrà sfidare diverse squadre ed ottenere diversi premi, tutto cambierà in base al livello del team. Se trovate un torneo con degli oggetti particolarmente utili, potrete salvarlo nei preferiti e ripeterlo quante volte desideriate, o condividerli con gli amici.

Gli Ogre non cambiano

Oltre al cambiamento sul livello della trama, Inazuma Eleven 3: Ogre all’Attacco ovviamente non modifica in alcun modo la grafica del titolo. I giocatori infatti sono riprodotti in stile “deformed” per la maggior parte del gioco come la serie ci ha sempre abituati. Durante le azioni di gioco, come tiri, tecniche o riprendere il possesso della palla, saremo in grado di vederli in 3 dimensioni, mentre durante le cut-scene verranno mostrati in stile anime. La funzione 3D della console non è sfruttata al massimo visto che nello schermo superiore troveremo per la maggior parte del tempo o la mappa di gioco o il risultato. Solo quando i personaggi eseguiranno qualche tecnica questo effetto diventerà di qualche utilità.

Anche il comparto audio non subisce alcuna differenza, tranne per qualche nuova traccia che coprirà alcune nuove scene del gioco. Anche questa volta non manca un buon doppiaggio italiano che potremo sentire in alcune scene del gioco.

Anche la difficoltà non ha subito cambiamenti sostanziali, come sempre la maggior parte delle sfide saranno abbastanza semplici da completare, sia contro le squadre del Football Frontier International che quelle che incontrerete durante gli incontri casuali. La longevità ovviamente aumenta grazie alla nuova trama, che conferisce qualche ora di gioco in più rispetto alla versione precedente.

Francesco Giordano

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.

Commento finale:

Inazuma Eleven 3: Ogre all’Attacco è sicuramente un buon titolo come i predecessori, peccato che però non offra sostanziali differenze rispetto alla versione precedente. Se non avete giocato a Lampo Folgorante e Fuoco Esplosivo, potete acquistare direttamente questo titolo, mentre chi ha già messo le mani su queste purtroppo potrebbe storcere il naso, visto che dovrà ripetere tutta l’avventura da zero. Inoltre non ci sono molte novità rispetto al passato, quindi se non siete fan della serie e avete già giocato alle versioni precedenti, probabilmente non ne prenderete in considerazione l’acquisto.

Pro:
  • Aumento della longevità

 

Contro:
  • Le poche novità potrebbero non invogliare l’acquisto

 

Voto Globale:
7.5/10