Live Gamer Portable AverMedia - Recensione

Il tuo sogno è diventare uno youtuber famoso grazie ai tuoi gameplay? La scheda d'acquisizione Live Gamer Portable è ciò che fa per te!

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PC HARDWARE
Live Gamer Portable, ready to use! Live Gamer Portable, ready to use!

La scheda d’acquisizione portatile firmata AverMedia si presenta con un package minimale ma dal contenuto completo, la confezione riporta subito sui lati le specifiche tecniche nonché la tipologia di connessioni e risoluzioni supportate, ma andiamo con ordine!

Contenuto della confezione Live Gamer Portable

Appena si apre la scatola salta subito fuori la nostra amata Live Gamer Portable, sotto la quale troviamo tutto il necessario per iniziare a registrare o streammare live, indipendentemente dalla nostra console:

  • Cavo HDMI della lunghezza di 30cm, decisamente corto e ciò implica il fatto che la scheda d’acquisizione debba esser tenuta vicino la console o un cavo HDMI più lungo;
  • Cavo component per Playstation 3, dato che su Playstation 3 e 4 è presente la protezione del segnale imposta da Sony, risulta necessario acquisire il segnale video da cavo component o da uno switch HDMI (non incluso). Il cavo presenta ad una estremità la tipica connessione component a cinque spinotti mentre l’altro lato termina con uno proprietario che va inserito nella nostra scheda d’acquisizione;
  • Cavo con attacco per Playstation 3 da collegare a Live Gamer Portable, ingresso AV In;
  • Cavo audio maschio/maschio con jack da 3,5mm;
  • Cavo miniUSB, è la vera ed unica fonte energetica della scheda d’acquisizione, permette il collegamento con il nostro computer o con la nostra console (che viene usata come fonte d’alimentazione);
  • Custodia nera in neoprene, utile per proteggere e conservare al meglio la scheda d’acquisizione AverMedia;
  • Codice omaggio per usare 3 mesi Xsplit Premium;
  • Libretto istruzioni e garanzia.

Prova su strada

Il Live Gamer Portable ha la particolare abilità di poter essere usato in 2 differenti modalità: una che vede l’uso di un PC e l’altra che non vede alcun suo utilizzo, modalità chiamata PC-Free.

L’acquisizione immagini tramite modalità PC- Free è facile ed intuitivo, basta collegare la console al Live Gamer Portable con cavo HDMI nella porta HDMI IN posta frontalmente sulla scheda d’acquisizione, collegare la scheda alla propria Tv tramite l’uscita HDMI OUT (per far ciò è necessario aver a disposizione un ulteriore secondo cavo HDMI NON incluso nella confezione) e saremo ad un passo dal poter registrare! Manca solo l’alimentazione, la quale non arriva da alimentatori esterni ma direttamente dalla nostra console. Basta quindi collegare la scheda d’acquisizione video alla console con il cavo MINI USB in dotazione (l’ingresso MINI USB 2.0 è posto lateralmente), la parte mini USB va inserita nella scheda d’acquisizione mentre l’uscita USB deve essere inserita nella nostra console. A questo punto è possibile accendere la console e solo allora sarà possibile iniziare la nostra acquisizione!

Un pulsante, posto centralmente al prodotto, ci avvertirà quando la Live Gamer Portable sarà pronta all’acquisizione illuminandosi di rosso e attraverso quest’ultimo, potremo iniziarla oppure terminarla con una semplice pressione.

Nella modalità PC-Free il nostri gameplay sono registrati su scheda SD (l’ingresso è posto lateralmente) con risoluzione massima di 1080p - 60fps.

Nella nostra prova abbiamo usato schede SD fino a classe 4 non rilevando particolari segni di errata o mancata registrazione del segnale video/audio entrante ma per non incorrere a problemi nell’acquisizione come lag o altri imprevisti di sorta, il produttore consiglia l’uso di schede SD di classe 10, cioè con valori di scrittura e lettura alti, parametri che sicuramente gioveranno al nostro risultato finale!

Come abbiamo descritto quindi, l’uso della modalità Pc-Free è alquanto semplice tuttavia si sente la mancanza di un sistema di notifica che segnali lo spazio rimanente della nostra SD in corso di registrazione; per scoprire quindi quanta memoria è rimasta ci toccherà inserire la nostra scheda SD direttamente sul pc per un controllo manuale.

Ma le piene potenzialità del Live Gamer Portable escono allo scoperto appena la si collega al pc!
In questo caso, bisogna collegare i cavi HDMI tra console/scheda d’acquisizione e scheda/tv e la scheda al pc con il cavo MINI USB. Fatto ciò, per rendere il sistema operativo, è necessario scaricare dal sito AverMedia i driver e il programma RECentral, vero centro di controllo del Live Gamer Portable. Tramite esso sarà possibile controllare ogni aspetto delle nostre registrazioni, ogni utente si troverà subito a suo agio grazie alle 3 diverse tipologie di user preimpostate:

  • 1 click: il software farà tutto il lavoro sporco, tieniti pronto a giocare e a registrare;
  • procedura guidata: il software ti accompagna passo a passo nella scelta delle impostazioni ottimali;
  • advaced: il software visto da veri smanettoni, è possibile regolare ogni aspetto della registrazione, formato video, risoluzione, bitrate video (da 0.3Mbps a 60Mbps), bitrate audio (da 32kbps a 256kbps), frequenza fotogrammi per secondo, tasti rapidi d’avvio/fine registrazione e tasto rapido per fare screenshot.

Inoltre è possibile creare e salvare diversi tipi di profili, ogni profilo è indipendente dagli altri e possiamo richiamarlo da un semplice menu a tendina.

A differenza delle altre modalità in cui è presente un’anteprima visualizzabile prima di iniziare la registrazione o lo streaming, quando andremo a connettere la Live Gamer Portable ad un PC, questa feature non sarà presente per evitare un effetto loop, ovvero una anteprima di se creando così l’effetto tunnel (per intenderci, come se 2 specchi si riflettessero a vicenda). Quindi per evitare ciò AverMedia ha abolito l’anteprima e per iniziare la registrazione è necessario premere tramite il tasto di scelta rapida (impostabile a piacimento).

software Live Gamer Portable

Piccola nota degna di attenzione: quando si connette Live Gamer Portable al pc il colore del Pulsante HOT passa da rosso a blu ma il suo funzionamento rimane invariato; il colore fisso indica che non si sta registrando/streammando mentre il colore lampeggiante indica che siamo in registrazione/streaming. In questo caso però, possiamo avviare la nostra acquisizione anche via software!

Prova su Xbox 360

Durante l’uso della scheda d’acquisizione con Xbox 360 possiamo settare la risoluzione massima a 720p entrando nel menù Advanced o Procedura guidata, questo perché la console Microsoft non spinge i giochi a 1080p se non tramite un upscale, di conseguenza l’uso della registrazione a 720p garantisce la stessa qualità della registrazione a 1080p ma con un peso ridotto! Inoltre, per evitare di perdere qualità è bene impostare il bitrate video a 60mbps anche se non si notano differenze apprezzabili fino a 10 mbps, ma ovviamente, abbassando questo settaggio, è possibile ridurre ulteriormente il peso del nostro gameplay.

Nel caso ci fossimo dimenticati di dare il “via” alla registrazione e avremmo perso perle di rara bellezza e stile cosa potremmo fare? Niente paura! Grazie alla funzione Timeshift attivabile prima di avviare la registrazione, potremo recuperare ciò che è passato nella scheda Live Gamer Portable e non perdere nemmeno un secondo delle nostre imprese videoludiche! E’ una funziona molto utile nel caso si giochi in multiplayer e avvengano azioni concitate prima che ce lo aspettassimo.

Inoltre, grazie al software, è possibile registrare l’audio usando direttamente il microfono preinstallato nel pc o collegandone un terzo. Tuttavia la registrazione audio e video soffrono di lag e la differenza, misurata da AVerMedia in meno di 320millisecondi, risulta evidente e pone qualche piccolo problema in fase di editing video. Il problema può però essere risolto registrando l’audio in un secondo momento oppure commentando in diretta MA seguendo ciò che avviene sullo schermo del Pc e non della tv. Se questo potrebbe non essere un problema in giochi lenti o in locale, risulta un grosso handicap nel caso si voglia registrare l’audio in partite multiplayer ed in diretta, come già detto, in questo caso dovete ricorrere alla sincronizzazione tra audio e video in fase di editing.

Prova su Xbox One – Ps4

Passando alle console di nuova generazione, abbiamo potuto testare Live Gamer Portable su Xbox One, spingendo al massimo (o quasi) l’hardware AverMedia! Per registrare al meglio, per quanto riguarda la console Microsoft, i settaggi devono essere impostati ai loro valori massimi, quindi è opportuno impostare una risoluzione si 1920*1080p anche nel caso in cui i giochi girino a 900p come in Watch Dogs. Questo permetterà di registrare al meglio ogni dettaglio, che altrimenti andrebbe perso impostando risoluzioni più basse. Il bitrate video va impostando superiore ai 30mbps, magari spingendolo a 60mps a discapito dello spazio di storage! Nel caso della console Next- Gen di casa Sony, i settaggi rimangono invariati MA è necessario, come già accennato, uno split per sdoppiare il segnare HDMI e bypassare le protezioni imposte da Sony.

L’uso di console next gen non cambia tuttavia il problema legato al lag tra segnale video presente in tv e quello su pc e questo ci porta nuovamente a scegliere tra la registrazione del commentary in diretta ma usando come riferimento il pc oppure una registrazione a se stante della parte perdendo però la spontaneità e l’effetto sorpresa che spesso ci fa sobbalzare dalla sedia.

Streaming

Come già anticipato, è possibile usare la Live Gamer Portable per poter streammare direttamente su Twitch.tv, Ustream, Niconico e Youtube Live semplicemente selezionando il servizio e impostando i nostri dati d’accesso, il software si connetterà in automatico e darà il via alla diretta con le nostre impostazioni desiderate. Prima di partire con lo streaming è bene controllare la velocità di upload e settare il bitrate video e la risoluzione su valori tali che ci permettano di streammare senza eccessivi problemi.

La nostra prova si è svolta su diverse linee, da 0.4kb/s in upload lo streaming è possibile solo a risoluzioni molto basse (intorno a 480p) passando per 0.6kb/s fino alla ottimale velocità di 1mb/s, in questo caso possiamo puntare a streammare a 720p o addirittura a 1080p. In caso di velocità di upload basse il consiglio è quello di disconnettere la console da internet e giocare in locale, per streammare partite in multiplayer online si vede necessaria una connessione da 1mb/s o superiore.

Ad inizio articolo abbiamo accennato alla presenza di un codice omaggio per ottenere la versione premium di Xsplit per 3 mesi che, per chi non lo conoscesse, è un software in grado di ricreare una vera e propria regia, incorporando in un unico ambiente diversi tipi di segnale input, dalla webcam all’audio tramite microfono passando per l’appunto tramite l’acquisizione del segnale video direttamente da Live Gamer Portable! non è necessario settare nulla per poter incorporare la registrazione dei nostri gameplay/ live streaming direttamente in Xsplit, difatti il software riconosce la scheda d’acquisizione e ne incorpora il segnale.

Puntualizziamo il fatto che  AVerMedia non ha inserito in RECentral nessun software per modificare i propri video, lasciando all’utente finale la scelta del software da usare, ricordando che i formati delle nostre registrazioni sono: MP4 con compressione H.264 +  file audio AAC) oppure TS  con compressione H.264 + file audio AAC.

Concludendo, la scheda d’acquisizione Live Gamer Portable si presenta come un prodotto completo e pronto all’uso, la cavetteria in dotazione copre (quasi) ogni possibile esigenza, magari un cavo HDMI più lungo di 30cm sarebbe risultato più utile e comodo. Il software permette la scelta ed il settaggio delle impostazioni secondo le nostre esigenze e nulla è lasciato al caso; non si sente la mancanza di un editor video in quanto spetta all’utente finale la scelta di quest’ultima tipologia di software. L’altro lato della medaglia vede la modalità PC-Free davvero utile ma poco rifinita e non completamente sviluppata, manca un sistema d’interfaccia per poter ricevere informazioni sullo stato dell’acquisizione video e sulla quantità di memoria ancora libera ed utilizzabile. Live Gamer Portable è un prodotto consigliato a chi fa del gaming una passione e vuole condividerla col mondo, tramite live streaming, o più semplicemente con amici tramite la registrazione di gameplay ed il successivo montaggio con audio per realizzare i propri personali commentary.

Mattia Granito

Mattia Granito

Ha iniziato il suo cammino videoludico all'età di 8 anni con il Game Boy Pocket e Pokèmon Giallo, tutta la sua infanzia è stata legata al mondo Nintendo, specialmente a Pokèmon. In seguito la scoperta di Halo: Combat Evolved su Pc ha cambiato le sorti della vita di questo povero ragazzo immergendolo in quella droga chiamata Halo. Per seguire le sorti di Master Cuoco ha poi scelto una Xbox 360. Ad oggi non è ancora chiaro come quel semplice fps per Pc sia diventata una così potente calamita.

Commento finale:

La scheda d’acquisizione Live Gamer Portable si presenta come un prodotto completo e pronto all’uso, la cavetteria in dotazione copre (quasi) ogni possibile esigenza, magari un cavo HDMI più lungo di 30cm sarebbe risultato più utile e comodo. Il software permette la scelta ed il settaggio delle impostazioni secondo le nostre esigenze e nulla è lasciato al caso, non si sente la mancanza di un editor video in quanto spetta all’utente finale la scelta di quest’ultima tipologia di software. L’altro lato della medaglia vede la modalità PC-Free davvero utile ma poco rifinita e non completamente sviluppata, manca un sistema d’interfaccia per poter ricevere informazioni sullo stato dell’acquisizione video e sulla quantità di memoria ancora libera ed utilizzabile. Live Gamer Portable è un prodotto consigliato a chi fa del gaming una passione e vuole condividerla col mondo, tramite live streaming, o più semplicemente con amici tramite la registrazione di gameplay ed il successivo montaggio audio per realizzare i propri personali commentary.

 

Pro:
  • Dimensioni ridotte
  • Codice omaggio 3 mesi Xsplit Premium
  • Ampia libertà nei settaggi
  • Registrazione fino a 1080p a 60fps
Contro:
  • Modalità Pc-Free migliorabile
  • Cavo HDMI in dotazione eccessivamente corto
Voto Globale:
8.5/10