Razer DeathAdder - Recensione, il mouse per grandi sessioni di gaming

Razer DeathAdder, uno dei mouse gaming più utilizzati dai gamer professionisti. Scopriamo le sue possibilità in questa recensione.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
HARDWARE PC
Precisione e velocità per il Razer DeathAdder! Precisione e velocità per il Razer DeathAdder!

Razer è sinonimo di qualità quando si parla di accessori hardware per console e PC, non per nulla è una delle aziende leader nel settore, reputazione acquisita grazie principalmente ai suoi prodotti in grado di garantire una resa ottimale per ogni tipo di hardware presente nel suo listino e alla sua forte presenza nella maggior parte dei più grandi eventi del gaming su PC e console nel mondo.

Uno dei prodotti più celebri, anche classici tra i gamers, della famiglia dei mouse da gioco che l'azienda offre è sicuramente il DeathAdder, che andremo a recensire in questo articolo.

Unboxing e primo contatto

In un bundle cartonato dai classici colori Razer, nero e verde, abbastanza minimale e d'impatto, troviamo:

  • un manuale d'istruzioni;
  • adesivi raffiguranti il logo Razer;
  • i complimenti dal CEO Min-Ling Tan e dal Presidente di Razer Robert Krakoff per l'acquisto;
  • ovviamente, il mouse DeathAdder.

Le grandi dimensioni, le linee affusolate di plastica dura con ai lati una impugnatura antiscivolo, favoriscono una tenuta ergonomica e comoda per lunghe sessioni di gioco. I tasti programmabili e i due extra al lato sinistro garantiscono la personalizzazione per qualsiasi tipo di gioco vogliate intraprendere, sopratutto per i generi FPS, dove la velocità è il punto cruciale in una sessione di gioco, ma anche per un utilizzo più comodo nelle attività giornaliere. Il cavo USB è rivestito da un materiale simile al tessuto che lo rende solido e di buona fattura con un'estremità USB placcata in oro per una migliore conduzione.

I 6400dpi utili per spostamenti repentini e il sistema di calibrazione avanzato garantiscono delle prestazioni ottimizzate a seconda della superficie in cui poggiate il mouse. La rotellina del DeathAdder restituisce un feedback molto preciso e veloce, importante in game ma anche nella navigazione durante le vostre ore al computer. Tutti i tasti del mouse danno un senso di precisione ai massimi livelli, basta un tocco leggero e la pressione viene immediatamente percepita, il tutto grazie alla tecnologia Hyperesponse. Il peso calibrato e la lunghezza del cavo di oltre 2 metri danno una buona manovrabilità senza alcuno stress.

Nella versione 2013 che abbiamo in prova, Razer dà la possibilità di rendere più accattivante la scocca attivando dei led verdi, attraverso il software Synapse 2.0, posizionati in concomitanza della rotellina e del logo Razer presente al centro del mouse, impostando una luce fissa o pulsata (questo vale solo per il logo). Vi ricordiamo che questa opzione è stata ulteriormente rinnovata con la nuova uscita della nuova serie Chroma, che oltre a dare la possibilità della scelta del colore che più ci garba, rivede molte delle caratteristiche hardware di alcuni prodotti della linea Razer e anche di questo gioiellino minimale (cliccate qui per ulteriori info).

Di seguito una gallery con varie angolazioni del DeathAdder:

Il software Synapse 2.0 (scaricabile dal sito Razer qui) è davvero la ciliegina sulla torta; amplifica ogni funzione resa disponibile di base al DeathAdder. Configurazioni illimitate, calibrazioni automatiche, MACRO, sensibilità, accelerazione, polling rate e tanto altro per un mouse che non scende ad alcun compromesso.

Di seguito le caratteristiche complete del Razer DeathAdder 2013:

  • Sensore ottico 4G da 6400dpi;
  • Design ergonomico per la mano destra con supporti laterali in gomma;
  • Cinque pulsanti Hyperesponse (a risposta super rapida) programmabili singolarmente;
  • Supporto Razer Synapse 2.0;
  • Ultrapolling (velocità di polling) a 1000Hz;
  • Configurazione On-The-Fly Sensitivity (sensibilità istantanea);
  • Modalità Always-On (sempre attivo);
  • Accelerazione fino a 200 pollici al secondo e 50 g;
  • Piedini del mouse Zero-acoustic Ultraslick;
  • Connettore USB placcato in oro;
  • Cavo leggero in fibra intrecciata lungo 2,10 m;
  • Dimensioni indicative: 5.00”/127 mm (Lunghezza) x 2.76” / 70 mm (Larghezza) x 1.73” / 44 mm (Altezza);
  • Peso indicativo: 0.23lbs / 105 g;
  • PC/Mac con porta USB;
  • Windows® 8/ Windows® 7 / Windows Vista® / Windows® XP (32-bit)/ Mac OS X (v10.6-10.9).

Utilizzo e test

Abbiamo utilizzato il mouse sia effettuando una comune sessione di navigazione, che con alcuni giochi FPS per testarne appunto le capacità in ambienti dove la velocità e la precisione sono di base per accaparrarsi un posto sul podio.

Per una sessione di navigazione internet, abbiamo attivato l'auto calibrazione e il rilevamento della superficie tramite Synapse 2.0 e in un istante il DeathAdder è risultato subito pronto per essere utilizzato al meglio, senza alcun impuntamento.

In game, su Counter Strike Global Offensive e Left 4 Dead 2, abbiamo usato le seguenti impostazioni:

  • 2000 DPI;
  • 1000 Polling Rate;
  • 5 Accelleration.

Durante le sessioni di gioco, il DeathAdder non sbaglia un colpo, velocità e precisione ne fanno da padroni. Purtroppo non abbiamo potuto testare il mouse con un tappetino all'altezza che ne avrebbe aumentato ancora la precisione e la scorrevolezza. Inoltre, Synapse 2.0, ci dà la possibilità di salvare i profili e le macro cosi da averli sempre a portata di mano e tramite la funzione cloud, le impostazioni saranno reperibili in qualsiasi computer vogliate e accessibili tramite il vostro account personale.

Conclusioni

Il DeathAdder a prima vista può sembrare un prodotto per chi ha poche pretese, ma nell'utilizzo è una delle migliori scelte sia in ambito gaming che per il normale-use. Un buon DPI e il puntatore a laser ne garantiscono affidabilità in qualsiasi circostanza e in qualsiasi superficie, che per la fascia di prezzo non è davvero niente male. Con Razer Synapse 2.0 possiamo sfruttare a pieno le capacità del mouse con MACRO e personalizzazioni varie, incluse i LED di scocca.

Sullo store ufficiale Razer lo trovate a 69,99 € ma nello street price, tra alcuni internet store più diffusi, si può trovare a un prezzo decisamente più vantaggioso.

Andrea Megna

Andrea Megna

Nerd svogliato è il titolo che più lo caratterizza. Diplomato in Elettronica e Telecomunicazioni come Perito Capo Tecnico, possiede un interesse innato verso la tecnologia, pane per i suoi denti. Ama la programmazione web e tutto ciò che riguarda i PC, il gaming, smartphone e tablet. Pensi di sapere tutto sulle novità del mondo hi-tech? Lui ne sa, certo, di più!

Commento finale:

Il Razer DeathAdder garantisce qualità e specifiche da top di gamma a buon prezzo, nell'utilizzo non delude e con i suoi 6400 DPI massimi e un grip niente male, la velocità e il controllo si uniscono in un software come il Synapse 2.0 che ne crea un connubio perfetto.

Pro:
  • Forma ergonomica;
  • Specifiche da top di gamma;
  • Prezzo concorrenziale.
Contro:
  • Dopo un lungo utilizzo, il grip ai lati tende a disturbare la giusta impugnatura della mano sul mouse.
Voto Globale:
8.5/10