LEGO Marvel's Avengers - Recensione, i mattoncini più potenti della Terra

Abbiamo salvato la Terra per ben due volte contro chitauri, asgardiani e androidi. Ora è tempo di dirvi la nostra sulla nuova fatica di TT Games!

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PS4 PS3 XONE XBOX 360 PC 3DS WII U
Mattoncini Uniti! Mattoncini Uniti!

È incredibile come, a tanti anni di distanza, i videogiochi targati LEGO risultino sempre divertenti e attuali come se fosse la prima edizione. L’ultima volta che abbiamo parlato di un titolo con protagonisti i mattoncini era in quel di giugno 2015, nelle sale cinematografiche usciva Jurassic World e, in contemporanea su console, LEGO Jurassic World. Già in quell’occasione giungemmo a una conclusione che può essere considerata valida per tutti i giochi targati TT Games: il fan service fa da padrone.

Oggi siamo qui a parlare di LEGO Marvel’s Avengers e, seppur al momento in sala non sia presente alcun cinecomic targato Disney, i Vendicatori sono un franchise che va sempre di moda. Di certo, a pochi mesi mancanti all’arrivo al cinema di Captain America: Civil War, fa piacere rivivere le prime due pellicole sugli Avengers in un mix più che riuscito tra fedeltà e comicità. E, pur con qualche minuscola stonatura – certe gag sanno di rivisto - fa ancora più piacere constatare che, nonostante l’impronta ironica dei videogiochi LEGO, l’epicità degli eroi più potenti della Terra non ne ha minimamente sofferto.

Longevo e divertente

LEGO Marvel’s Avengers, come suggerisce il titolo, ci permette di rivivere i due film dedicati ai vendicatori, che sono appunto The Avengers del 2012 e The Avengers: Age of Ultron del 2015 e non solo. Oltre a un discreto numero di missioni secondarie – da portare a termine per tutta New York, la stessa vista in LEGO Marvel’s Super Heroes – dal menù di pausa sarà possibile accedere allo spazio, una schermata che mostra tutti i livelli Storia accumulati man mano che si prosegue nell’avventura.

Tra questi livelli, una volta terminata la prima parte ispirata al film del 2012, ci si ritroverà anche alcune sequenze speciali dedicate a tutti i cinecomic appartenenti alla cosiddetta “Fase 2” del Marvel Cinematic Universe e che hanno fatto da ponte e da collante tra i due film degli Avengers: gli eventi principali di Iron Man 3, Captain America: The Winter Soldier e Thor: The Dark World saranno disponibili per ampliare maggiormente l’esperienza di gioco, che risulta in questo modo piuttosto longeva e godibile.

Una longevità destinata addirittura a crescere, visto i pacchetti aggiuntivi dedicati a pellicole vecchie e nuove. In seguito al rilascio del titolo, avvenuto il 29 gennaio in Italia, saranno  disponibili due DLC gratuiti: il primo introduce nuovi personaggi da Captain America Civil War, mentre il secondo una serie di personaggi e un livello da Ant-Man, uscito ad agosto 2015. È chiaro che, nel caso del primo, non è presente alcun livello aggiuntivo per non spoilerare gli eventi della guerra civile dei supereroi. E ancora, il Season Pass includerà contenuti dedicati a Black Panther, Doctor Strange, Capitan Marvel, Agents of S.H.I.E.L.D. e tanti alti prodotti targati Marvel.

Tutti i momenti più iconici della battaglia contro il malvagio asgardiano Loki e il letale androide Ultron – ma anche contro il Mandarino, il Soldato d’Inverno o gli Elfi Oscuri - sono conditi dal carisma e dalla simpatia dei mattoncini LEGO al punto che, anche se avete già visto e rivisto i film, non vi stancherete di rivedere i siparietti tra Iron Man, Captain America, Thor, Hulk, Occhio di Falco e Vedova Nera. Il roster di eroi utilizzabili in modalità Partita Libera, inoltre, è davvero sconfinato: parliamo di circa 200 personaggi Marvel, tra universo cinematografico, fumettistico e seriale – girovagando per New York non vi risulterà difficile incontrare personaggi come Jessica Jones, alla quale Netflix ha da poco dedicato una serie tv insieme a Daredevil.

Vendicatori Uniti!

In termini di gameplay LEGO Marvel’s Avengers non si discosta minimamente dai canoni di questo genere: livelli di una durata non superiore ai 25-30 minuti, completamente esplorabili e disseminati di enigmi diversi, ognuno dei quali necessita delle abilità specifiche dei nostri eroi. Dovrete passare da un personaggio all’altro per proseguire nella storia: Iron Man e Vedova Nera, ad esempio, sono dotati di strumenti rilevatori per captare oggetti nascosti, Captain America con il suo scudo può domare le fiamme, Thor può incanalare l’energia elettrica grazie ai suoi poteri divini e Hulk può spostare oggetti di grosse dimensioni.

Interessante come, ancor più rispetto al predecessore LEGO Marvel’s Super Heroes, ogni personaggio abbia il suo stile peculiare, incredibilmente fedele alle controparti cinematografiche; una volta caricata una barra presente sull’avatar del personaggio, inoltre, è possibile scatenare potenti mosse combo con i propri partner e, così come nei film, possiamo ammirare Thor schiantare il martello Mjolnir sullo scudo di Steve Rogers e generare una potentissima onda d’urto, oppure Iron Man indirizzare i suoi raggi laser sempre grazie al team up con l’eroe a stelle e strisce. Novità assoluta sono alcune sequenze di gioco nelle quali vestiremo i panni di personaggi volanti – quasi sempre Iron Man o War Machine – e che consistono in livelli in cui l’obiettivo è svolazzare intorno a uno stage e distruggere obiettivi nemici.

Cosa manca davvero a LEGO Marvel’s Avengers e, più in generale, ai videogiochi targati LEGO? Una componente social e online che permetterebbe un definitivo salto di qualità e una longevità ancora maggiore – anzi, potenzialmente infinita, nel pieno stile di un titolo come Minecraft. Non vedo altro modo per “svecchiare” un gameplay che, nonostante l’impostazione estremamente semplicistica, risulta sempre ben collaudato e accessibile a un target molto ampio. Questo perché, a livello grafico, Traveller’s Tale ha fatto grandi salti in avanti, rendendo i paesaggi e gli scenari che fanno da sfondo all'avventura estremamente godibili persino su current gen.

Eccezionale anche il sonoro che – come tutte le produzioni LEGO – propone colonne sonore e tracce ufficiali delle pellicole, dunque fare a pezzi chitauri e cyborg ascoltando il tema principale dei Vendicatori fa semplicemente venire la pelle d’oca. Ottimo anche il doppiaggio, anche se non tutti i personaggi portano le voci ufficiali dei film: solo pochi eletti, come Captain America e l’Agente Coulson, hanno gli stessi doppiatori dei loro alter ego cinematografici e televisivi e questo è un peccato, perché avere il doppiaggio italiano ufficiale avrebbe garantito un’immersione ancora maggiore nei ranghi dello S.H.I.E.L.D.

Il trailer ufficiale del titolo
Gabriele Laurino

Gabriele Laurino

Sono Gabriele, ma chiamatemi pure Gabbo. Universitario, stagista radiofonico e aspirante giornalista. Appassionato ovviamente di videogames, ma anche di cinema, letteratura, serie tv, anime, manga e comics. I generi videoludici che amo di più sono i gdr, i picchiaduro, gli sportivi e i free roaming. Il mio videogioco preferito in assoluto è indubbiamente Kingdom Hearts. Il mio obiettivo, al momento, è farmi strada in questo settore, in modo da poter unire l'esperienza giornalistica alla passione per i videogames.

Commento finale:

Se esistono sicurezze nel mondo videoludico, una di queste è rappresentata sicuramente dai videogiochi LEGO. LEGO Marvel’s Avengers è riuscito a divertirci ancora una volta, pur conservando tutta l’epicità delle pellicole sui Vendicatori: il tutto grazie a un gameplay che, nonostante la forte impronta semplicistica, non sente mai il peso degli anni e, anzi, regala tante ore piacevoli con quegli stessi mattoncini che, in versione fisica, ci hanno accompagnato durante l’infanzia. Belli e suggestivi gli scenari, buono il comparto grafico ed eccezionale quello sonoro; peccato soltanto per l’assenza di una componente online, che garantirebbe un salto di qualità notevole per TT Games, e al doppiaggio, originale solo per metà.

Pro:
  • Divertente ed epico al tempo stesso…
  • Colonna sonora originale dei film
  • È LEGO
Contro:
  • … qualche gag è un po’ ripetitiva
  • Non tutti i personaggi hanno i doppiatori originali
  • Una componente online garantirebbe il salto di qualità definitivo
Voto Globale:
7.5/10