Turtle Beach XP Seven: recensione

Le nuove cuffie top di gamma by Turtle Beach!

scritto da
Vota questo articolo
(7 Voti)
PS3 PS4 XBOX 360 XONE

I gamers, soprattutto quelli competitivi, hanno sempre avuto necessità abbastanza specifiche e sopraffine quando si parla della loro passione. C'è chi preferisce giocare con tastiera e mouse, chi preferisce il pad, chi cerca keypad sempre più avveniristici per rendere ancora di più durante le partite online e chi proprio non riesce a rinunciare ad un esperienza audio coi fiocchi. Proprio a quest' ultima categoria è dedicato tutto il lavoro dell'azienda statunitense Turtle Beach, vero e proprio leader nel settore dell equipaggiamento audio da gaming che, negli anni, ha saputo conquistarsi una grossa fetta dell'utenza appassionata grazie all'eccellenza da sempre dimostrata nella produzione dei propri prodotti. L'articolo che andrete a leggere tratterà un pezzo che fa di quell'eccellenza il proprio cavallo di battaglia, il top - gamma di Turtle Beach, una periferica che farà la gioia di tutti coloro i quali cercano un'immersione quasi totale nei propri giochi. Ecco a voi le Turtle Beach EarForce XP Seven.

Contenuto della scatola e qualità costruttiva

Iniziamo subito col parlare della qualità costruttiva delle EarForce XP SEVEN ma non prima di aver elencato il contenuto della scatola di questo straordinario headset da gaming.

Aprendo la confezione salta subito all'occhio l'eleganza del design e dei colori freddi scelti per la produzione delle cuffie. Esse infatti si presentano in una piacevole alternanza di bianco e nero con la parte superiore degli earpad che esibiscono il nome "EarForce XP SEVEN" e il logo della lega Major League Gaming, specializzata nel gaming competitivo, di cui questo headset è prodotto ufficiale. Prima particolarità e nota di merito sta proprio nei copri-earpad in plastica che possono essere staccati dal corpo della cuffia e sostituiti con altri personalizzabili, ad esempio, col logo del vostro team per affrontare partite online e competizioni ufficiali. La qualità costruttiva dell'intero prodotto risulta incredibilmente alta con le cuffie che al tatto restituiscono un senso di robustezza e solidità che abbiamo molto apprezzato. Subito sotto l'headset troviamo una scatola verde e nera che contiene l'Audio Control Unit, vero fiore all'occhiello della produzione che coniuga una discreta facilità nell'utilizzo ad una mole di personalizzazioni e settaggi audio davvero elevata.

Control unit Turtle Beach XP Seven

Come si può vedere dalla foto, l' Audio Control Unit si compone di una grande rotella luminosa posta sulla parte superiore utilizzabile per regolare l'audio riprodotto in cuffia contornata da una serie di tasti sensibili al tocco (anch'essi luminosi) che permettono di attivare l'audio Dolby Digital 5.1 di cui la cuffia si avvale piuttosto che accendere o silenziare il microfono o cambiare l'angolazione del surround. Subito sotto, posti centralmente sul corpo del Control Unit, troviamo ben 8 tasti programmabili su cui memorizzare i nostri preset preferiti accessibili con estrema facilità. Ai lati, infine, troviamo delle rotelle più piccole per la regolazione dell'audio della chat e della musica oltre, ovviamente, al pulsante per spegnere e accendere la periferica mentre sotto troviamo il jack per connettere le cuffie alla Control Unit tramite un cavo ricoperto di una fibra di nylon che lo rende molto resistente. Davvero eccellenti, dunque, le opzioni di customizzazione le quali, grazie a questo controller aggiuntivo, diventano semplici e immediate. Sicuramente il punto più forte dell'intera esperienza XP SEVEN.

Per connettere la cuffia alle varie piattaforme per cui è stata progettata è presente un piccolo dispositivo denominato "Console Interface" dotato di alcune porte ottiche e USB che decodifica il segnale audio e lo trasmette alla propria console, elemento, questo, che fa si che le EarForce XP Seven siano compatibili anche con le nuovissime Sony Playstation 4 e Microsoft Xbox One tramite una semplice patch.

Una volta estratta sia la cuffia che la scatola della Control Unit ci ritroveremo davanti un'ulteriore scatola contenente tutti i cavi che possono servire per connettere l'headset ai più svariati dispositivi la cui quantità potrebbe spaventare ma che risultano semplici da individuare grazie alle etichette di cui sono dotati.

Anche il microfono è di ottima fattura in quanto trasmette un suono preciso e cristallino decisamente piacevole da ascoltare e privo di qualsivoglia incertezza.

Chiude la dotazione di contenuti una serie di manualetti basilari che mostrano come connettere l'headset a PC e console varie ma che manca di tantissime informazioni che possono essere reperite solo sul sito Web della compagnia.

Unica nota dolente in quanto a qualità costruttiva è forse l'incredibile robustezza e solidità dell'headset che dopo qualche decina di minuti si traduce in una pressione anche troppo eccessiva sulle orecchie del giocatore, per quanto morbidi e comodi siano gli earpad veri e propri. Niente, comunque, che possa minare la godibilità del prodotto.

Prestazioni Audio

Come abbiamo detto in precedenza, le Turtle Beach EarForce XP Seven si avvalgono di un'audio Dolby Digital 5.1 con connessione tramite cavo ottico, il che restituisce al giocatore una fedeltà molto buona e un'immersione davvero godibile. Abbiamo provato la periferica con diversi giochi tra cui l'immortale Doom 3 nella versione BFG che supporta l'audio DD, il nuovissimo Call of Duty: Ghosts e l'eccellente The Last of Us di Naughty Dog. Nel primo caso, le cuffie, grazie anche alle qualità intrinseche del titolo stesso, ci hanno accompagnato in un viaggio da incubo in cui le urla in lontananza, i suoni ambientali e il rumore prodotto dalle bocche da fuoco venivano amplificati in modo eccellente immergendo completamente il giocatore nel mondo di gioco in virtù dell'audio multicanale di cui l'headset è dotato. Anche la campagna di CoD: Ghosts e The Last of Us si sono dimostrata perfettamente godibili con XP Seven facendoci sprofondare letteralmente all'interno delle storie narrate. E' comunque nel lato multiplayer del titolo Activision che la periferica da il meglio di sè rappresentando un vero plus nelle partite più concitate. Sempre grazie all'audio multicanale, infatti, è possibile udire meglio i passi degli avversari o la direzione da cui provengono gli spari in modo da essere sempre preparati e non venir quasi mai colti di sorpresa dai nemici.

Per quanto la qualità audio delle cuffie sia molto buona vanno riportate alcune occasioni in cui il rumore di fondo non riesce ad essere azzerato completamente dalle cuffie rendendo l'esperienza sonora non limpida e cristallina come ci si aspetterebbe.

Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Classe 1993, inizia la sua carriera videoludica su SNES nel 1998 e coltiva quest'hobby come passione primaria senza distinzione di genere o piattaforma. Grande appasionato di tutto ciò che sia collegato all'intrattenimento. In aggiunta al mondo dei videogiochi ama il cinema, i fumetti, la musica e la letteratura ( soprattutto Fantasy ).

Commento finale:

Per concludere l'headset Turtle Beach EarForce XP Seven ci ha convinti appieno. Una qualità costruttiva eccellente, le linee eleganti, le opzioni di personalizzazione e l'audio multicanale Dolby Digital 5.1 ci hanno letteralmente stregati. Va detto che non si tratta di un prodotto perfetto in quanto, come detto in precedenza nella recensione, ci sono alcune imprecisioni che faranno storcere il naso agli utenti più esigenti. Il prezzo, dal canto suo, è abbastanza elevato (si parla di oltre 250 $) ma le qualità innegabili di questa eccellente periferica ne giustificano almeno in parte il costo.

Pro:
  • Qualità audio molto buona.
  • Tantissime opzioni di personalizzazione.
  • L'Audio Control Unit è semplice e funzionale.
  • L'Headset è elegante, solido e robusto...
Contro:
  • ...forse anche troppo, dopo qualche tempo le orecchie risentono della pressione.
  • Il prezzo non è troppo accessibile.
  • Qualche incertezza in alcuni frangenti.
Voto Globale:
8.5/10