Arcana Heart 3: Love Max - Recensione, botte con amore

Ritorna il terzo capitolo del picchiaduro con protagoniste le tipiche ragazze otaku.

scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)
PS3 PS VITA
Arcana Heart 3: Love Max Arcana Heart 3: Love Max

In principio era Arcana Heart, titolo originariamente sviluppato per arcade che usci solo in Giappone nel lontano 2006. Poi fu la volta del secondo capitolo che introduceva alcune novità legate all'utilizza degli Arcana. Dopo venne Arcana Heart 3 e adesso abbiamo avuto modo di provare il terzo capitolo del brand però in versione migliorata e potenziata sotto alcuni punti di vista. Il titolo è stato in grado di soddisfare i nostri gusti o è uscito con le ossa rotte?

We must save the World      

La storia che ruota attorno alle vicende del titolo è piuttosto banale, in pratica dobbiamo salvare il mondo recuperando gemme dall'antagonista di turno, ma in questa edizione, il teatro dello scontro viene spostato alle terme, dove ci attendono scelte da compiere, ovvero chi deve affrontare chi, e personaggi da sviluppare nel miglior modo possibile. Purtroppo la storia è molto breve e essendo un picchiaduro, non spicca neanche tra le trame più belle della storia dei videogame, ma semplicemente rappresenta un pretesto per introdurci nel cuore del combat system.

Quando l'homing viene potenziato 

Diciamocela tutta, la serie di Arcana non è mai stata avvezza a tecnicismi e quindi è molto facile imbattersi in giocatori piuttosto casual in questo tipo di gioco, più votato all'arcade e all'immediatezza. Il sistema di combattimento infatti, si basa sull'uso di tre tasti per gli attacchi base (debole, medio e forte), del tasto homing. Questo permette di spostarsi rapidamente da una parte all'altra dello scenario in maniera piuttosto rapida, anche se l'avversario si trova a due metri da terra, se per esempio viene usato mentre siamo in aria, permette anche di aumentare la velocità di spostamento tramite un secondo input. Grazie a questa combinazione di spostamenti rapidi, è possibile concatenare diverse combo in modo tale da non dare tempo all'avversario neanche di reagire, tuttavia sacrificando anche una parte della barra Super.

Arcana Heart 3: Love max recensione

Per quanto riguarda gli Arcana sotto tanti punti di vista, ricordano gli Stand di JoJo o i Persona di P4 Arena, con l'importante differenza legata all'impossibilità di mantenerli fissi sul campo di battaglia. Gli attacchi sono tutti singoli e devono essere concatenati con le varie combo a disposizione, rendendo ancora più efficaci queste ultime. Va detto ovviamente che ogni Arcana dona dei bonus particolari ai vari attacchi, oppure dei bonus passivi alla difesa, rendendoli quindi dei veri e propri punti cardine del sistema di combattimento

Love Max = novità?

Diciamo che le vere novità del titolo si associano praticamente tutte al sistema di combattimento sopra citato e non certo per la grafica, che pur avendo testato la versione PS3 del titolo, rimane ancora piuttosto datata e bruttina da vedere, quasi da Super Nintendo, e con titoli scaricabili come Blazblue e Gulty Gear, il paragone è inevitabile e il titolo degli Arc System Works, perde decisamente lo scontro. Inoltre si affiancano tutti i ritocchi più o meno evidenti ai singoli personaggi, che vanno dalla modifica di alcune normal, a cambiamenti anche importanti alle special. Un plauso comunque va alle musiche e agli effetti sonori, molto dinamici e ad effetto in molti punti del combattimento.

Arcana Heart 3: Love max recensione

Purtroppo essendo un titolo abbastanza di nicchia, l'online scatticchia e presenta un lag abbastanza evidente, questo dovuto appunto al fatto che la maggior parte dei giocatori connessi si trovano dall'altra parte del mondo, rendendo le partite fastidiose e di certo non proprio memorabili. Gli scontri tuttavia non mancano di spettacolarità sicuramente, ma ci aspettavamo un'ottimizzazione migliore da questo punto di vista.

Il trailer di Arcana Heart 3: Love Max
Lorenzo Visicaro

Lorenzo Visicaro

Un sognatore spesso tra le nuvole con la passione di tutto quello che riguarda i videogiochi, i fumetti, gli anime e il cinema e tutto il mondo legato alla pop-art.

Commento finale:

Il titolo di Arc System Works non si distingue certo per impatto visivo o trama da oscar, ma per quanto riguarda il divertimento, può dar vita a ore spensierate dove picchiarsi con gli amici in allegria. C'è da dire però che non è proprio un gioco per tutti, dettato dalla mancata localizzazione italiana e dal fatto che non tutti conoscono la serie, ma se vi piacciono i picchiaduro e le ragazze vestite nello stile otaku giapponese, allora questo gioco potrebbe strapparvi qualche sorriso e soddisfazione.

Pro:
  • Sistema di combattimento rapido e immediato
  • Ogni Arcana ha una caratteristica diversa
  • Bilanciamento buono della versione Love Max
Contro:
  • Completamente in inglese
  • Grafica molto datata
  • Lag fastidioso del comparto online
  • Storia breve
Voto Globale:
7.5/10