Fallout 4 Nuka World - Recensione, l'ultimo DLC

Abbiamo fatto un viaggio al parco divertimenti della Nuka Cola per scoprire l'ultima espansione

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4 XONE PC
Giostre e predoni Giostre e predoni

Far Harbor è un’espansione per Fallout 4 che mi è davvero piaciuta. Vuoi per l’atmosfera cupa e ispirata, vuoi per la nuova ambientazione esplorabile. Nuka World è l’ultimo DLC previsto per il titolo post apocalittico di Bethesda che promette di chiudere con il botto il supporto post lancio.

Far Harbor, seppur sia di alta qualità, non era propriamente perfetto, che lo sia Nuka World?

Come Gardaland, ma più divertente

Nuka World è un parco divertimenti, neanche a dirlo, creato dall’azienda famosa per la sua leggendaria bibita: la Nuka Cola. L’idea era quella di creare un punto di riferimento per grandi e piccini dove potersi divertire e ovviamente, conoscere la storia della sua bevanda.

L’olocausto nucleare non ha ovviamente risparmiato neanche Nuka World, che ora è dimora di creature mutate, ma soprattutto dei predoni.Fallout 4 Nuka World recensione

Questo lo scopriamo quando arriviamo alla navetta, dopo aver ascoltato una comunicazione via radio che ci invita a visitare il parco, che ci porterà a destinazione.

Vediamo un uomo dolorante a terra il quale ci racconta la sua storia. È riuscito a malapena a scappare da Nuka World, i predoni lo tenevano prigioniero. Se lui è riuscito a darsela a gambe, la sua famiglia è ancora sotto le loro grinfie. Ci chiede quindi di andare a salvare moglie e figlio. 

Quando siamo alle porte del parco, una voce ci racconta allegramente come siamo stati fregati. Siamo caduti in una trappola ricorrente, non c’è nessuno da salvare. Ci sfida a sopravvivere fino a raggiungere “la battaglia suprema”. Non sappiamo di cosa stia blaterando, quello che è sicuro è che dovremo dare spettacolo per lui e gli altri predoni.

Superiamo una serie di stanze piene di trappole, tra mine e inneschi di ogni genere, per arrivare a un’arena di Go Kart. Qui, facciamo la conoscenza del capo dei predoni, ben protetto da un’armatura atomica, mentre ci sfida a raggiungerlo per porre fine alla nostra esistenza.Fallout 4 Nuka World recensione

Gage, l’uomo che fino a quel momento ci stava parlando conducendoci fino a questo momento, ci avvisa: non vinceremo mai, la battaglia ha un solo finale, quello che vede noi morire. L’armatura è collegata a un cavo elettrico che continua ininterrottamente ad alimentarla, sopportando ogni genere di danno.

Fidandoci di chi fino ad allora voleva la nostra morte, almeno apparentemente, raccogliamo una pistola ad acqua, dovremo usarla per disattivare momentaneamente lo scudo elettrico per poter poi danneggiare il nostro avversario.

Una volta sconfitto, Gage ci svelerà cosa sta succedendo. Esso aveva in piano di eliminare il capo dei predoni da tempo, si era infatti rammollito, non era più in grado di gestire Nuka World e le sue tre bande che la popolano, arrivando all’attuale situazione dove la minima scintilla potrebbe causare una guerra tra esse. 

In fila alle giostre

Noi siamo il nuovo capo, con un compito per nulla semplice: ristabilire il controllo e fare in modo che ogni banda di predoni abbia il proprio territorio, in modo equo.

La nostra prima missione sarà quindi quella di conquistare i cinque parchi tematici presenti ed assegnarli alle bande. Essendo dispari, questo vuol dire che una di esse rimarrà con un solo territorio. Questo è solo un esempio, potremmo decidere di dare tutti i parchi ad una sola banda. 

Neanche a dirlo, senza alcuno spoiler, il gruppo che si sentirà escluso, colui che  avremo considerato di meno, sarà quello che si ribellerà e che dovremo affrontare alla fine. Fallout 4 Nuka World recensione

Il fatto di far parte dei cattivi, per una volta, di coloro che fino a poco prima sterminavamo, è assolutamente originale, così come l’ambientazione. I parchi tematici presenti in Nuka World hanno uno stile peculiare, diverso per ognuno, come quello western o quello spaziale.

Peccato che quello che andremo a fare sarà sempre eliminare tutte le minacce presenti, scovando la causa dell’infestazione. Vista l’ambientazione e le premesse, la trama ed i compiti delle missioni sarebbero potuti essere ben più interessanti. 

Seppur in maniera mitigata e non onnipresente come il precedente DLC, i problemi di framerate, almeno per la versione PS4, continuano. In situazioni non ben definite e spesso immotivate, gli fps scendono sotto alla solita, insostenibile, soglia.

Il trailer di Nuka World
Riccardo Rossi

Riccardo Rossi

Videogiocatore fin dall’infanzia, ancora innamorato di Final Fantasy X e dei Giochi di Ruolo a turni. Affascinato dagli emotional game in grado di trasmettere sensazioni al giocatore. Da amante dei Free Roaming e del post apocalittico lo si può ancora trovare disperso nella Zona Contaminata della Capitale intento a portare a termine l’ennesima partita a Fallout 3. Felice di chi porta innovazioni e nuove esperienze ludiche nel settore. La passione per i videogiochi ha incontrato quella della scrittura, da anni si diletta come redattore. L’esperienza con KingdomGame.it l’ha portato ad accamparsi fuori dagli uffici milanesi di distributori e publisher pronto per partecipare agli eventi stampa, dove è possibile trovarlo regolarmente pad e microfono alla mano.

Commento finale:

Nuka World conclude in maniera più che degna il supporto post lancio di Fallout 4, mettendoci nei panni, niente di meno, che del capo dei predoni. Seppur lo spunto sia ben sviluppato e riuscito, ci si poteva aspettare di più, soprattutto dalla creatività e varietà delle missioni. 

Pro:
  • Ambientazione originale
  • Intrigante l’idea di essere a capo dei predoni
  • Decine di ore aggiuntive, senza contare la mappa stessa
Contro:
  • Ci si poteva aspettare di più dalle missioni e dalla trama
  • Il solito framerate problematico
Voto Globale:
8/10