Guacamelee! Super Turbo Championship Edition - Recensione

Abbiamo provato la versione definitiva di uno degli action-adventure più divertenti di sempre. Scoprite con noi le disavventure di un Luchadores!

scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)
PS4 XONE XBOX 360 WII U
Luchadores campioni in carica Luchadores campioni in carica

In principio fu su Playstation Network, poi fu la volta di Steam e degli utenti PC, infine con quest’ultima versione potenziata, il luchador approda anche sulle console next gen, su Xbox 360 e Wii U, portando una ventata d’aria fresca e di Messico, che non guasta mai, soprattutto in queste giornate "calde" d’estate. Abbiamo affrontato il viaggio del predestinato Juan con tutte le migliorie del caso. Tra salti rocamboleschi, demoni e il tentativo di salvare una povera fanciulla, abbiamo spulciato a fondo questa nuova edizione e questo che ne segue e il nostro giudizio.

Juan sveglia, va tutto a fuoco!

Il nostro cammino, cosi come l’edizione standard del titolo, comincia con l’avventura nei panni del povero contadino Juan Agacuate, che un giorno si risveglia con l’allarme dato dal prete del paese, scopriamo che l'amata cittadina sta andando in fiamme e dei loschi individui stanno per rapire la figlia del presidente. Si tratta in particolare del perfido Calaca, il quale vuole usare la fanciulla come sacrificio per congiungere il mondo dei vivi e dei morti e regnare sopra tutto e tutti. Ma proprio in quel momento, il nostro Juan, perdendo conoscenza, incontra la protettrice della maschera sacra che lo farà diventare un luchador fortissimo in grado di sconfiggere i demoni che gli sbarreranno la strada.

Un’edizione davvero Turbo

La versione Super Turbo Championship Edition si discosta dalle altre versioni, non solo per la pulizia grafica che è stata resa possibile grazie al passaggio sulle console di nuova generazione, ma anche per l’aggiunta di due nuove sezioni inedite. Queste contestualizzano molto bene i personaggi secondari, già incontrati in passato tra l’altro, come lo scheletro mariachi a tre teste El Trio de la Muerte. Il tutto senza essere troppo forzato ma anzi, amalgamando i vari livelli, rendendo più lunga e varia l’avventura, andando a colmare forse uno dei pochi difetti del titolo che includeva, appunto, la scarsa longevità.

guacamelee! super turbo championship edition recensione

Le azioni sono molto facili da eseguire e picchiare i nemici è davvero una spasso grazie anche all’immediatezza del gameplay, fatto di poche e semplici mosse ma dannatamente divertenti. Non mancano alcune pecche per quanto riguarda le fasi platform, a volte confusionarie, soprattutto nelle sezioni dove bisogna premere con il giusto tempismo il tasto che permette di passare da una dimensione all’altra. Questa edizione comprende anche un’altra novità, rappresentata dalla "barra Intenso", questa attiva una modalità furia che ci permette di scatenare potentissimi attacchi per un breve periodo di tempo a disposizione, aumentando anche la nostra velocità di movimento.

guacamelee! super turbo championship edition

Presente anche nella versione originale è la possibilità di poter acquistare le abilità per potenziare Juan, inoltre, in caso il nostro costume da Luchadores non ci piacesse, acquistare nuovi costumi. Questi non solo danno un aspetto diverso al nostro personaggio - e a quello che ci accompagna durante la co-op - ma dona anche dei bonus e dei malus che cambiano da vestito a vestito. Per esempio, il vestito da pollo ci rende estremamente fragili ai colpi, oppure quello nominato El Diablo ci dona maggiore resistenza e più potenza negli attacchi ravvicinati, ma minore barra vitale.

El ritmo caliente del Mexico

Per quanto riguarda il comparto sonoro non c’è davvero nulla da dire: le musiche sono orecchiabilissime, tutte scanzonate e diverse in base al contesto: che sia un combattimento contro un boss o la semplice esplorazione di un villaggio. Mescolano un tocco di batteria e rullanti ai tipici motivetti dei balli messicani. I colori invece appaiono vividi e più definiti che mai, anche se da questo punto di vista non c’è una sostanziale differenza con le precedenti edizioni. I riferimenti ad altri titoli storici poi, come Super Mario o Final Fantasy - che viene citato mostrando un bel Kyactus come sfondo di alcuni livelli -, sono semplicemente geniali e divertenti allo stesso tempo, per non parlare dei dialoghi spassosi a dir poco.

Il trailer di Guacamelee! Super Turbo Championship Edition
Lorenzo Visicaro

Lorenzo Visicaro

Un sognatore spesso tra le nuvole con la passione di tutto quello che riguarda i videogiochi, i fumetti, gli anime e il cinema e tutto il mondo legato alla pop-art.

Commento finale:

Insomma, Gaucamelee! Super Turbo Championship Edition è un action-adventure con componenti platform davvero divertente, capace di regalare una trama divertente, seppur non originale. Sommiamo a questo dei personaggi simpatici e fuori dalle righe e tanto umorismo, per un titolo che va assolutamente giocato, soprattutto in questa sua edizione definitiva, che tra l’altro risulta essere gratis per gli utenti di Xbox Live Gold. Se non lo avete fatto in passato, questo è un ottimo motivo per recuperare questa piccola perla videoludica.

Pro:
  • Divertente, fuori dalle righe e scanzonato come sempre
  • Include due nuovi scenari e la modalità Intenso
  • Umorismo a go-go
Contro:
  • Controlli a volte imprecisi
  • Alcune situazione un po’ confusionarie, specie con la presenza di più nemici
Voto Globale:
9/10