Mario vs. Donkey Kong: Tipping Stars - Recensione, alla ricerca di Pauline

Questa volta l'idraulico non dovrà salvare la principessa Peach!

scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)
3DS WII U
Modifichiamo il livello per vincere! Modifichiamo il livello per vincere!

Dopo circa due anni dall’ultimo capitolo, Nintendo è finalmente pronta a mostrare al mondo il nuovo Mario vs. Donkey Kong, questa volta però l’avventura non sarà esclusiva per Nintendo 3DS, ma arriverà anche sulla console casalinga Wii U. Ma le sorprese non finiscono qui, perché questo è uno dei primi giochi a supportare il cross-buy, quindi acquistando una delle due versioni, riceverete l’altra in omaggio. L’unica cosa che potrebbe far storcere il naso è che il titolo è disponibile solo in formato digitale. Ma andiamo ad indagare su quello che Mario vs. Donkey Kong: Tipping Stars ha da offrire.

Si torna a salvar fanciulle!

Anche questa volta la trama vede come protagonista ed eroe la famosa mascotte Nintendo, non possiamo che parlare di Mario. Il suo scopo sarà quello di salvare, come sempre in questa serie, Pauline dalle grinfie di Donkey Kong, per riuscire in questa impresa utilizzerà dei giocattoli in miniatura che dovranno raggiungere l’uscita nel tempo prestabilito. La storia non prosegue oltre se non con qualche scena una volta completato l’ultimo livello, come sempre la trama non è di certo il punto forte della serie.

Il gameplay di questo nuovo capitolo rimane fedele ai canoni della serie, l’obiettivo del giocatore è quello di guidare all’uscita dei personaggi in miniatura superando tutti gli ostacoli presenti nel livello. Non ci saranno solo punte, ma anche nemici che si possono sconfiggere in diversi modi. Proseguendo i livelli non diventeranno solo più grandi, ma anche più complessi, incentivando la componente puzzle.

Esempio di un normale livello di gioco

Se avete già messo le mani su un gioco della serie Mario vs. Donkey Kong, saprete già che per “indicare la via” ai piccoli eroi dovrete tracciare delle linee o porre diversi oggetti in alcuni punti della mappa. Ma non potete farlo illimitatamente, avrete un limite per ognuno di questi, quindi sta al giocatore scegliere quale elemento togliere e quale inserire per creare il percorso migliore che permetta ai giocattoli di raggiungere al più presto la via di fuga.

Anche se il punto focale è portare all’uscita tutte le unità, raccogliere le varie monete è necessario per ottenere un punteggio maggiore. Questo incide sulle stelle ottenute completando la sfida, ne potete ottenere un massimo di tre e sono utilizzate per acquistare oggetti nel negozio per la creazione dei livelli personalizzati.

Ecco come appare l'editor dei livelli personalizzatiAnche se ci sono già alcuni modelli disponibili e strutture già utilizzabili, se volete creare qualcosa di unico e di particolare non potete che accedere al negozio e fare acquisti. Come potete immaginare questi livelli si potranno condividere online tramite il Miiverse, l’unica componente online disponibile nel gioco. I vari utenti possono non solo sfidare, ma anche valutare i vostri lavori, ottenendo così altre stelle da utilizzare nel negozio. Lo scambio dei livelli avviene inoltre anche tramite la funzione StreetPass.

Proseguendo non scoprirete solo nuovi nemici o nuovi oggetti da utilizzare, completando un certo numero di livelli, ne verranno sbloccati di extra, questi offrono una sfida diversa rispetto a quelli normali. Su Wii U non ci sono molte differenze a livello di gameplay, anzi, forse c’è addirittura una mancanza, visto che i salvataggi tra una versione e l'altra non sono supportati. Ovviamente però potete utilizzare il GamePad per tracciare le linee o toccare le zone dove posizionare i vari oggetti.

Colori in 2D!

Il comparto grafico del titolo è ben realizzato, il gioco offre un’ottima grafica in 2D senza sbavature o problemi. Nell’editor di livelli potete anche modificare lo sfondo e i vari elementi utilizzati, creando così mappe particolari e sempre diverse. Il sonoro invece non è allo stesso livello, le musiche presenti sono sempre le stesse e, nonostante siano carine, dopo circa una ventina di minuti stancano visto che sono sempre le stesse.

Schermata per dare un voto ai livelli creati da utenti

La longevità è di sicuro uno dei punti di forza, non ci sono solo una gran quantità di livelli, sia normali che extra, ma la possibilità di crearne di personalizzati, di condividerli o di giocare a quelli creati da altri utenti, aumenta molto le ore che ci impiegherete per completare il tutto. Inoltre, se volete, potete anche cercare di ottenere tre stelle in tutti i livelli, incrementando ancora di più la longevità.

La difficoltà però non è poi così elevata, certo, proseguendo la complessità aumenta offrendo piano piano alcune novità, ma non vi aspettate di trovarvi davanti a zone così difficili da farvi impegnare di più rispetto al solito.

Il trailer di Mario vs. Donkey Kong: Tipping Stars
Francesco Giordano

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.

Commento finale:

Non c’è nulla da dire, Mario vs. Donkey Kong: Tipping Stars è un buon titolo, soprattutto per il prezzo di vendita. Nonostante qualche pregio, non ci sono novità rispetto alla formula classica della serie, insieme ad una difficoltà non proprio impegnativa. Di sicuro il team di sviluppo poteva avrebbe potuto rendere il titolo più completo. 

Pro:
  • Ottima longevità
  • Possibilità di poter personalizzare e condividere livelli
Contro:
  • Difficoltà bassa
  • Le musiche annoiano dopo poco tempo
Voto Globale:
6.5/10