E3 2016 - Tra certezze, speranze e timori

Mancano ormai solo pochi giorni all’atteso E3 2016. Tra nuove console, giochi e visori, sarà davvero una fiera memorabile?

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
L’E3 sta arrivando L’E3 sta arrivando

Quello di giugno è, senza alcun’ombra di dubbio, il mese dell’anno più importante per qualsiasi videogiocatore che ami definirsi tale. È infatti proprio in questo periodo che viene presentata l’annuale conferenza videoludica Electronic Entertainment Expo, conosciuta dai più come E3.

Più precisamente, quest’anno la famosa fiera losangelina si terrà dal 14 al 16 giugno, giorni durante i grandi dell'industria dei videogiochi del mondo si prodigheranno nel non facile compito d’impressionarci e conquistarci con annunci riguardarti IP totalmente inedite o già ben rodate.

Dishonored 2 - Fase di gioco

Quelli che ci aspettano saranno giorni di fuoco, e dopo migliaia e migliaia di rumor riguardanti inedite console dalle dubbie caratteristiche che potrebbero dare un considerevole scossone all’industria, seppur sia ancora difficile capire se il cambiamento risulterebbe essere positivo o meno per l’utenza, manca ormai veramente poco prima di poter capire dove risieda la verità.

Tra Sony e Microsoft in aperta battaglia, Nintendo che sembra pronta a mostrare a tutti i suoi fan vita, morte e miracoli della loro punta di diamante e tante altre software house ben predisposte a mettere in mostra tutti i loro assi nella manica, risulta palese che di carne al fuoco ce ne sia davvero molta. Ecco quindi spiegato il perché di questo piccolo speciale, un articolo realizzato per fare il punto della situazione su tutto ciò che sappiamo, speriamo e temiamo di vedere durante la conferenza

Tra giochi e console

Dovendo trattare della conferenza E3, risulta impossibile non iniziare con le tre maggiori major del settore, in particolare con quella Sony da cui sono cominciate a circolare tante voci che, al momento, ancora nessuno sembra essere intenzionato a confermare o smentire.

Sono ormai mesi, infatti, che in molti mormorano sulla Playstation Neo, una sorta di Playstation 4.5 che dovrebbe rappresentare un vero e proprio passo avanti di non poco conto da un punto di vista puramente hardware. Visto che fino ad ora nessuno ha voluto smentire i rumor, risulta praticamente ovvio che qualcosa stia bollendo effettivamente in pentola, e non vediamo l’ora di scoprire cosa sia. Ovviamente, la console non è l’unica cosa che ci interessa vedere nei lidi della grande S, ed infatti siamo fiduciosi sulla presentazione di molti nuovi titoli che saranno sicuramente capaci d’impressionare videogiocatori navigati e vecchie leve.

Detroit: Become Human - Scena di gioco

Sicuramente, la grande società nipponica non mancherà di mostrare al suo pubblico titoli molto attesi quali Detroit: Become Human di Quantic Dream e Gran Turismo Sport, per cui giusto qualche settimana fa si è tenuta una piccola ma interessante conferenza. Non è poi difficile immaginare qualche nuovo video gameplay riguardante l’intrigante action in terza persona Wild, il promettente open-world Horizon: Zero Dwan, di cui giusto recentemente è stata rivelata la data di lancio, e l’atteso Dreams, interessante lavoro ad opera dei ragazzi di Media Molecule che fin dal suo primissimo annuncio riuscì a conquistarsi le attenzioni di critica e pubblico, a cui speriamo vadano ad affiancarsi nuove notizie su Gravity Rush 2 e, soprattutto, quel The Last Guardian che oramai in milioni aspettano con trepidazione da veramente troppi anni.

Altro possibile annuncio potrebbe riguardare Santa Monica Studio ed il suo ormai quasi annunciato nuovo capitolo di God of War, il quale è stato capace di catturarci già solo grazie a poche immagini trafugate che sembrerebbero indicare un totale cambio di scenario, spostatosi per l’occasione in quello che sembrerebbe essere proprio il Valhalla delle divinità nordiche, un intrigante scelta che farebbe presupporre anche il definitivo saluto del nostro amato Kratos in favore di un qualche nuovo protagonista pronto a fare incetta di sangue.

Non dimentichiamoci poi dei due pesi massimi giapponesi Persona 5 e Niho, con quest’ultimo in particolare che considerata la lunga demo rilasciata nei mesi scorsi non fatichiamo ad immaginare presente in fiera. Alcuni utenti molto ottimisti sperano in un qualche annuncio di Naughty Dog, a nostro parere piuttosto improbabile vista la recente uscita di Uncharted 4, ma non mancano comunque pettegolezzi che vorrebbero proprio il DLC del gioco all’E3. Non dimentichiamoci poi ovviamente il Playstation VR, il visore a realtà virtuale di Sony che sicuramente si prenderà una bella fetta di spazio tra nuovi giochi da presentare e qualche titolo già visto come, ad esempio, Until Dawn: Rush of Blood, sparatutto su binari sviluppato proprio da Supermassive Games, gli stessi creatori di Until Dawn.

Qualche dubbio di troppo

Ovviamente, non da meno sarà l’E3 di Microsoft che già da ora promette grandi cose. Così come per Sony, anche la società americana sembrerebbe essere finita in un turbinio di rumor senza fine riguardanti una nuova console denominata Xbox Skorpio e che, esattamente come per Playstation Neo, dovrebbe caratterizzarsi per un hardware decisamente migliorato e capace di reggere titoli dal livello tecnico di ben altra fattura. Non vanno poi assolutamente dimenticati i giochi che rappresenteranno il fulcro della fiera e che con Microsoft di certo non si faranno mancare. Sono molti i titoli attesi dai fan d’Xbox e Gears of War potrebbe essere un ottimo modo per iniziare un E3 a dir poco scoppiettante. Già l’hanno scorso avemmo modo di vederne un gustoso gameplay e recentemente in molti hanno potuto provare con mano il titolo con una demo, ma ancora molto c’è da dire e saremmo molto curiosi di comprendere meglio il contesto narrativo che farà da sfondo alle vicende raccontate.

Gears of War 4 - Scena di gioco

Altro grande atteso è sicuramente Scalebound, action adventure in sviluppo presso Platinum Games che sembrerebbe avere davvero molto da dire e che non vediamo l’ora di poter vedere più nel dettaglio. Non si deve poi dimenticare Sea of Thieves, interessante progetto ad opera di Rare di cui ancora si sa ben poco, l’enigmatico ReCore e lo strategico Halo Wars 2 che in molti stanno ormai già attendendo con la bava alla bocca. Recentemente, in giro per la rete si sono sparsi molti rumor riguardanti anche un prossimo ritorno di Phantom Dust che, dopo un’iniziale presentazione in pompa magna, è stato rapidamente dimenticato per poi sparire da ogni radar.

Infine, non va presa sottogamba una nuova presentazione di Hololens, il visore per la realtà virtuale di casa Microsoft. Ben più enigmatica e meno entusiasmante risulta essere la situazione di Nintendo che, almeno secondo quanto dichiarato, sembrerebbe non essere interessata a sfruttare nel migliore dei modi questo E3, con un unico grande evento riguardante solo il nuovo The Legend of Zelda.

La mancanza di altri titoli da presentare così come la decisione di non mostrare al pubblico la cosiddetta console NX ci ha lasciati quantomeno perplessi, e la decisione di non sfruttare un evento tanto seguito potrebbe rivelarsi essere un passo falso di non poco conto, ma niente impedisce alla major nipponica di stupirci direttamente in fiera, magari con qualche annuncio totalmente inedito.

Multipiattaforma ovunque

Come già detto, l’E3 non vedrà solo la presenza di Sony, Microsoft e Nintendo; decine e decine di software house più o meno famose saranno presenti all’evento e tutte saranno ben felici di presentare i loro titoli, basti anche solo pensare al gran numero di conferenze che sarà possibile seguire in diretta streaming. Sappiamo già che Bethesda è attualmente al lavoro su tre nuovi titoli non ancora annunciati che ovviamente lasciano spazio a moltissime ipotesi.

Oltre a Dishonored 2 che, sicuramente, sarà presente in fiera, vi è la concreta possibilità che la software house decida di presentare il suo nuovo ed attesissimo The Elder Scroll VI, titolo che i fan stanno ormai aspettando con estrema impazienza. Altro sicuro presente sarà BattleCry, di cui già si ebbe modo di vedere qualche video gameplay non entusiasmante in passato, ed alcuni rumor vorrebbero anche l’annuncio di un ipotetico The Evil Within 2, ma la totale mancanza di certezze in tal senso non può che lasciarci titubanti.

Watch Dogs 2 - Reveal

In fiera farà poi capolino anche Electronic Arts, che sicuramente non mancherà di presentare molti titoli di grande spessore, con FIFA 17 che, ovviamente, andrà a farla da padrone. Oltre a ciò, aspettiamoci finalmente una presentazione ben più massiccia di Mass Effect: Andromeda, Battlefield 1 e Titanfall 2, tre titoli estremamente attesi da critica e pubblico che ben fanno sperare per il futuro di EA. Inoltre, considerando la partnership attualmente presente tra la software house e Disney, vi è la concreta possibilità che alla fiera losangelina venga infine presentato un nuovo titolo appartenente al famoso e fortunato brand di Star Wars. Infine, non va assolutamente dimenticata Ubisoft che, come da tradizione, farà incetta di applausi mostrando i suoi numerosi titoli.

Tra i tanti, meritano di essere menzionati l’interessantissimo For Honor, il divertentissimo South Park: The Fractured but Whole ed il nuovo Ghost Recon Wildlands, titolo che in realtà è stato colpito da numerose critiche a causa dell’evidente cambio di rotta intrapreso a livello di gameplay. Oltre a ciò, però, avremo il reveal di Watch Dogs 2, il possibile annuncio del nuovo Assassin’s Creed e, a chiudere il tutto, qualche nuova IP capace di conquistare i nostri cuori e portafogli. Prepariamoci poi a nuovi annunci riguardanti Final Fantasy VII: Remake, Kingdom Hearts 3, Deus Ex: Mankind Divided, Shadow of Mordor 2 e molto altro ancora, il tutto pensato per portare in campo uno degli E3 più interessanti di sempre.

Luca Di Carlo

Sono un grande amante di videogiochi, cartoni animati, fumetti e dolci che preferisce passare la giornata a videogiocare piuttosto che a studiare per i corsi d'esame all'università; essendo anche un grande casanova, ho scoperto il mio primo vero amore dopo aver attaccato la spina della mia Playstation 1 alla corrente.