E3 2016, i giochi presenti e tutto quello che c’è da sapere

Cosa ci aspetta alle conferenze di Los Angeles? Tra alti e bassi, non sarà un E3 come gli altri.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PS4 XONE
Un E3 rivoluzionario Un E3 rivoluzionario

Mancano pochi giorni al tanto atteso E3, all’anagrafe Electronic Entertainment Expo. In scena come sempre a Los Angeles, la kermesse si prepara all’edizione 2016 con tanti spunti interessanti: a prescindere dall’esito assisteremo a una fiera rivoluzionaria, considerato lo spazio che avranno i titoli per la realtà virtuale e soprattutto le nuove console “intermedie” di Sony e Microsoft, le tanto decantate Playstation 4 Neo e Xbox One Scorpio.

Non dimentichiamo, però, che alla fine sono i videogiochi il vero motore dell’E3. Le software house e i publisher più accreditati sono già pronti per le loro conferenze, durante le quali saranno presentati e mostrati i titoli in uscita nei prossimi mesi e anni.

A ogni edizione assistiamo sempre a qualche sorpresa, annunciata e non, ma in questa sede vogliamo ricapitolare tutti i giochi che saranno sicuramente della partita e, già così, l’offerta dell’E3 2016 si preannuncia già piuttosto ricca.

Electronic Arts e Bethesda hanno bisogno di novità

Ad aprire le danze ci penserà – domenica 12 giugno alle 22:00 ora italiana - Electronic Arts, che per l’E3 2016 potrà sfoggiare i suoi nuovi titoli freschi del motore grafico Frostbite Engine. A partire da quello già collaudato di Battlefield 1, il nuovo capitolo della serie FPS che ci porterà in un’ambientazione inedita nel cuore della Prima Guerra Mondiale. Fresco di annuncio e di trailer, poi, FIFA 17, che sembra aver trovato il suo nuovo slogan ne “Il calcio è cambiato”, facendo leva proprio sul Frostbite.

Farà il suo debutto anche Mass Effect Andromeda, di cui finora abbiamo raccolto solo informazioni sparse: la nuova avventura a bordo della Normandy dovrebbe finalmente mostrarsi in vesti complete. EA ci mostrerà anche Titanfall 2, mentre non si hanno ancora conferme per il nuovo Need for Speed, che dovrebbe comunque essere della partita.

A seguire ci penserà Bethesda a presentare la sua line up, per la precisione il 13 giugno alle 4:00 ora italiana. La software house di Rockville è al suo secondo anno di conferenza in proprio, dopo il buon debutto di quello scorso. Quest’anno la line up è apparentemente meno ricca della precedente, ma non per questo da sottovalutare.

Bethesda di certo non mollerà con Fallout 4, annunciando ulteriori DLC single player. Gli occhi saranno puntati anche su Dishonored 2, in uscita l’11 novembre 2016, ma l’interrogativo principale è se assisteremo a un annuncio a sorpresa di The Elder Scrolls VI o piuttosto un remaster di Skyrim.

Microsoft è chiamata al riscatto

Senza dubbio il colosso di Redmond non può sbagliare. La conferenza, in programma il 13 giugno alle 18:30, è chiamata al più che arduo compito di tenere testa a Sony. L’ultimo biennio su new gen è stato a larghi tratti disastroso per Microsoft, che a fronte di poche esclusive di buon livello ha visto Sony letteralmente mangiarsi il mercato.

L’evento sarà senza dubbio improntato sul rapporto tra Windows 10 e Xbox One in un mix che proietta la console Microsoft nella dimensione PC. Ma occhio anche ai giochi, a partire da un attesissimo Gears of War 4 che vedrà la luce in autunno 2016 e che quindi potrebbe mostrarsi in nuove demo o trailer.

Scopriremo le date di Halo Wars 2, Scalebound, ReCore e Crackdown 3, titoli che da troppo tempo non fanno parlare di sé e dunque l’E3 2016 si presenta come un’occasione più che ghiotta. Occhio soprattutto a Sea of Thieves, MMO piratesco sul quale vale la pena puntare per il concept interessante e innovativo.

E di sicuro ci sarà tanto hardware, a partire dalla misteriosa Xbox One Scorpio – questo il nome provvisorio ufficiale. La nuova console, stando ai rumor, avrà prestazioni superlative, addirittura di molto superiori rispetto alla Playstation 4 Neo. L’E3 2016 segnerà la rinascita di Microsoft?

Ubisoft più ricca che mai?

Per la prima volta dopo anni Ubisoft sarà orfana di Assassin’s Creed, poiché la serie ha deciso di prendersi un anno sabatico. O forse no? La conferenza per l’E3 2016, in programma il 13 giugno alle 22:00, potrebbe essere una rampa di lancio per presentare almeno il progetto, il titolo e l’ambientazione.

Di certo, però, l’assenza degli Assassini mai come quest’anno non peserà sull’evento. La software house francese, pur non avendo sulla carta il suo titolo più illustre e ambizioso, sarà presente con una sfilza di titoli più che interessanti.

A cominciare da Watch Dogs 2, sequel del discusso e controverso titolo del 2014 che sarà svelato proprio oggi in anteprima. Alle ore 18 di oggi tutti collegati sul teaser site creato da Ubisoft, per poi rivedere il gioco in maniera approfondita anche durante l’E3.

Ci sarà anche la nuova IP For Honor, già svelata durante lo scorso E3 e che immaginiamo tornerà in vesti più concrete per questa nuova edizione. E non dimentichiamo lo shooter tattico open world Ghost Recon: Wildlands e l’irriverente South Park: The Fractured but Whole. Si prospetta, in conclusione, un E3 tutto sommato entusiasmante per Ubisoft, chiamata al difficile compito di non far rimpiangere Assassin’s Creed.

Sony apre le danze della fiera

Sarà il colosso elettronico giapponese a inaugurare la fiera vera e propria – che, lo ricordiamo, si terrà tra il 14 e il 16 giugno - il 14 giugno alle ore 3:00. In attesa della fantomatica Playstation 4 Neo, quali sono le esclusive già annunciate e che bisogna tener d’occhio?

Archiviato lo splendido Uncharted 4, Sony ha bisogno di esclusive di peso che portino alto l’onore della sua console ammiraglia. Non abbiamo alcuna ufficialità sulla presenza di Naughty Dog con The Last of Us 2 se non qualche easter egg sparso nel quarto capitolo di Uncharted. Dunque quale potrebbe essere il titolo di punta?

Sicuramente c’è da tenere d'occhio Horizon: Zero Dawn, già annunciato l’anno scorso e peraltro rinviato in questi giorni al primo marzo 2017. Più di qualche gameplay, probabilmente, non vedremo. Sarebbe gradito rivedere The Last Guardian, altra esclusiva piuttosto interessante i cui dettagli mancano da troppo tempo, anche se difficilmente vedremo il gioco entro la fine di quest'anno.

Ci saranno anche Gran Turismo Sport, annunciato poco tempo fa durante un evento a Londra, così come Call of Duty: Infinite Warfare, sul quale Sony avrà l’esclusiva temporale sui contenuti post lancio.

Manca però un titolo capace di sorprendere il pubblico intero, il The Last of Us 2 di turno. Oltre al sequel targato Naughty Dog la rivelazione potrebbe essere God of War 4, chiacchieratissimo in questi mesi e, forse, vera punta di diamante di una conferenza che, in caso di conferma, avrebbe tutto un altro sapore. 

E Nintendo e Square Enix?

L’azienda nipponica presenterà - durante un evento chiamato Nintendo Threehouse il 14 giugno - soltanto The Legend of Zelda per Wii U, titolo che comunque non vedrà la luce prima del 2017. Una pillola amare per tutti i fan Nintendo, che non avranno neanche la possibilità di vedere la nuova console NX.

Tutto il destino di una conferenza, sulla carta infelice, è sulle spalle del nuovo The Legend of Zelda, dunque. Riuscirà da solo a risollevare le sorti di Nintendo? Non ci resta che attendere: le congetture son state fatte, ora la palla passa all’E3 2016.

Square Enix, per ora, è un'incognita. Il pubsliher, oltre all'atteso Final Fantasy XV in uscita il 30 settembre 2016, riproporrà anche Deus Ex: Mankind Divided e i futuri episodi del nuovo Hitman. Sarà dato spazio anche al nuovo DLC di Just Cause 3, intitolato Land Mech Assault, e a due interessanti J-RPG: Star Ocean: Integrity and Faithlesness e I Am Setsuna.

Vedremo anche Kingdom Hearts 2.8 HD Final Chapter Prologue, ennesima collection remaster dei vecchi capitoli della saga. Il tutto in attesa del sempre più criptico Kingdom Hearts III: il titolo, anche quest'anno, potrebbe essere presente alla fiera. Manca all'appello un annuncio bomba, che potrebbe essere magari la fatidica data di uscita del terzo capitolo con protagonisti Sora, Paperino e Pippo.

Gabriele Laurino

Sono Gabriele, ma chiamatemi pure Gabbo. Universitario, stagista radiofonico e aspirante giornalista. Appassionato ovviamente di videogames, ma anche di cinema, letteratura, serie tv, anime, manga e comics. I generi videoludici che amo di più sono i gdr, i picchiaduro, gli sportivi e i free roaming. Il mio videogioco preferito in assoluto è indubbiamente Kingdom Hearts. Il mio obiettivo, al momento, è farmi strada in questo settore, in modo da poter unire l'esperienza giornalistica alla passione per i videogames.