Gamescom 2013, giorno 3 e 4: Titanfall, Battefield 4 e WRC Rally 4

scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
Ma che bella Gamescom 2013! Ma che bella Gamescom 2013!

Gamescom ormai conclusa ma un piccolo ricordo sui giorno 3 e 4 fa sempre bene, soprattutto per la qualità dei titoli che abbiamo potuto provare e per la bellezza intrinseca di un evento che in Italia forse in pochi conoscono.

Durante questi 2 giorni abbiamo potuto provare titoli del calibro di Battlefield 4, Titanfall e l'italianissimo WRC 4.

Mattia Granito vs Gamescom

Durante questi 2 magici giorni ho davvero provato con mano cosa ci aspetta in futuro, il salto next gen è davvero evidentente ma non è tutto. Le software house hanno finalmente capito che non è possibile continuare saghe all'infinito e che risulta necessario l'avvento di nuove ip, fresche ed originali.

Scontro tra Titan(i)
Con questo in mente ho potuto testare Titanfall un fps che sa incollare allo schermo il giocatore. Non è un classico sparatutto con mega esplosioni, ma è un gioco piuttosto frenetico e vivace con un gameplay sempre vario in cui l'agilità del personaggio e la sua attrezzatura fanno da padrone.

Poter saltare da una parte all'altra, correre sui muri e balzare via al primo segnale di pericolo rendono Titanfall un gioco dalla velocità elevata in cui i camper (finalmente) non hanno senso di esistere. Sarà impossibile per un giocatore rimaner fermo perchè altrimenti si verrà letteralmente spappolati da un Titano o crivellato di colpi dalla mano nemica.

Il gameplay di Titanfall è doppio, da una parte troviamo i soldati con cui si inizia il match, mentre dopo circa 3 minuti è possibile chiamare sul terreno di gioco il nostro personalissimo Titano.

In Titanfall sarà possibile scegliere tra diversi personaggi, ognuno personalizzabile a secondo dello stile di gioco e anche il nostro Titan sarà customizzabile da noi. In questo modo ogni player avrà una combinazione unica tra personaggio e relativo Titan.

Che dire... un gioco da avere assolutamente, sia per la qualità tecnica sia per un gameplay fresco ed innovativo.

 

WRC Rally 4

 Non solo software house straniere nel panorama videoludico mondiale, anche la solida realtà italiana capeggiata da Milestone ha da dire la sua!
Grazie ad un appuntamento a porte chiuse ho potuto provare WRC Rally Championship 4 e le novità sono davvero tante. Per prima cosa in WRC 4 troveremo il più ampio parco auto mai visto su un gioco di rally, ben 65 le auto riprodotte fedelmente alle originali. Troveremo le auto dalla categoria Junior alle categorie massime. Queste auto potremo usarle nelle varie modalità tra cui spicca la modalità carriera in cui creeremo un pilota che crescerà con l'avanzare dei successi. Dovremo gareggiare aumentando la nostra fama, in tal modo potremo ricevere contratti da team sempre migliori per poter alla fine arrivare a gareggiare in WRC.

Tra le novità che hanno colpito ci sarà un nuovo audio, completamente rivisto e ricreato da zero con l'utilizzo di nuove tecnologie, scelta dovuta alle critiche ricevute durante i 2 precedenti titoli. Per evitare ulteriori critiche Milestone ha ricampionato ogni singolo rombo di ogni auto nelle più diverse situazioni.

Non ho mai giocato ad un gioco di rally, posso acquistare il titolo e divertirmi? Assolutamente sì! Sono presenti diversi aiuti applicabili per facilitare l'esperienza di gioco ma di contro è possibile anche disattivarli per rendere l'esperienza realmente simulativa. In WRC 4 l'elemento chiave è il realismo e disattivando tutti gli aiuti si arriva ad avere un prodotto che sfiora la realtà. Un titolo che ogni pilota dovrebbe avere, un titolo unico nel suo genere.

 

Riccardo Cantù vs Gamescom


Capitolo conclusivo delle nostre avventure in quel di Colonia. Le ultime due giornate di Gamescom (ma soprattutto la penultima) ci hanno riservato molte piacevoli sorprese e soprattutto, ci hanno permesso di mettere le mani su alcuni dei titoli che più fremevamo di provare.

Ve lo dico subito, in queste poche righe troverete tanta sana esaltazione nerd perchè al di là di tutti i caratteri che scriviamo, al di là di tutti i tecnicismi rimaniamo gli stessi appassionati di videogiochi che siamo sempre stati, capaci letteralmente di emozionarci davanti ad un nuovo titolo se esso riesce a conquistarci. Partiamo subito col parlare di Titanfall, ad esempio, un prodotto che è ancora in una fase abbastanza primitiva dello sviluppo e che già da ora è riuscito a conquistarci col suo gameplay veloce, fresco e innovativo (per tutti dettagli sulla prova vi rimandiamo all'anteprima che troverete presto su queste pagine).

Altro giro, altra corsa, siamo stati invitati da EA a provare Battlefield 4, nuovo capitolo della leggendaria serie sviluppata da DICE e siamo rimasti letteralmente rapiti dal suo gameplay solidissimo  e dalla sua componente grafica incredibile, per non parlare della distruttibilità praticamente totale delle sue mappe e della mole incredibile di soldati, mezzi, proiettili ed esplosioni che il motore Frostbite riesce a gestire senza alcuna incertezza.

Siamo stati inoltre allo stand di Nintendo per testare il nuovo capitolo della serie Pokèmon sviluppata da GameFreak, attesissimo dai giocatori di tutto il mondo e che si presenta rinnovato in praticamente tutti i suoi elementi, a partire dallo stile grafico arrivando al gameplay passando dalle animazioni e dai movimenti. Segnatevi la data, il 12 Ottobre potrete entrare in possesso di quello che sembra essere il miglior Pokèmon mai uscito nei negozi.

Insomma ragazzi le sorprese e le conferme in questa Gamescom 2013 sono state tantissime e noi vi ringraziamo per averci seguiti in questa avventura fatta di tanta stanchezza ma di altrettante soddisfazioni e vi invitiamo a rimanere con noi per tutte le avventure future!

Per chi si è perso i nostri speciali relativi a questa Gamescom 2013, ve li ricordiamo:

Inoltre, ringraziamo i nostri amici di TheFaceGame, SocialGame e TheLoopGame per il supporto! Alla prossima e restate sintonizzati su Kingdomgame.it!

Mattia Granito

Ha iniziato il suo cammino videoludico all'età di 8 anni con il Game Boy Pocket e Pokèmon Giallo, tutta la sua infanzia è stata legata al mondo Nintendo, specialmente a Pokèmon. In seguito la scoperta di Halo: Combat Evolved su Pc ha cambiato le sorti della vita di questo povero ragazzo immergendolo in quella droga chiamata Halo. Per seguire le sorti di Master Cuoco ha poi scelto una Xbox 360. Ad oggi non è ancora chiaro come quel semplice fps per Pc sia diventata una così potente calamita.