GTA: dal primo capitolo ad oggi

La storia del brand, dal 1996 a GTA V!

scritto da
Vota questo articolo
(9 Voti)
PS3 XBOX 360
GTA V, poche parole a buon intenditore GTA V, poche parole a buon intenditore

GTA V: La lunghissima attesa sta per finire 

Il giorno 17 del mese corrente vedrà l'attesissima uscita di GTA V, quinto capitolo di una delle saghe più osannate della storie, seguita da milioni e milioni di videogiocatori. Si voglia per l'incredibile libertà concessa o ancora per il fatto di impersonificare personaggi difficili e decisamente ignari delle regole atte ad una serena e tranquilla convivenza sociale.

Attualmente GTA V è stato confermato solamente per Playstation 3 e Xbox 360. E' in dubbio lo sviluppo di una versione PC, anche se tutte le indiscrezioni trapelate in rete fino ad oggi, ci fanno ben sperare per un'uscita successiva. Diversa è la questione riguardante le ipotetiche versioni next-gen per Playstation 4 e Xbox One. Gli esponenti di Rockstar Games hanno manifestato più volte la voglia e la predisposizione a concentrarsi solamente sulle console attuali, perché queste ultime godono di un'ottima base di unità vendute nei maggiori mercati e di conseguenza vi è una enorme potezialità di profitto da parte della società. Tuttavia, anche l'ipotesi di vedere GTA V su Xbox One e Playstation 4 non è da escludere. Certamente influiranno le vendite iniziali e quindi il loro impatto sul mercato nei primi mesi di uscita.

Dopo questa breve introduzione, ripercorriamo insieme la storia evolutiva di GTA.

                                                                                           Un passaggio DAVVERO significativo

I primi due capitoli di GTA, usciti rispettivamente nel 1997 e nel 1999, hanno una particolarità in comune: entrambi sono stati sviluppati con una visuale dall'alto. La vera svolta è arrivata con Grand Theft Auto III, uscito il 23 Ottobre del 2001 per Playstation 2. Il terzo capitolo è stato realizzato interamente con un motore grafico 3D e secondo le stime di vendita ufficiale si è aggiudicato la nomina di videogioco più venduto dell'anno, sia nel nostro continente che in quello statunitense. Proprio GTA III ha dato una spinta grandiosa alla serie free roaming, che è riuscita ad acquisire quella popolarità di cui aveva bisogno. Poi successivamente è stata la volta di GTA: Vice City, uscito l'anno successivo sempre nel mese di ottobre, che - grazie ad un personaggio davvero carismatico come Tommy Vercetti e a una trama all'altezza – è riuscito a entusiasmare i videogiocatori e a consacrare di fatto la serie. Il vero culmine è stato raggiunto con GTA: San Andreas, un gioco che ha presentato il sistema delle Gang e della conquista dei territori e  - per la prima volta – abbiamo avuto modo di vestire i panni di un uomo di colore, chiamato CJ. Questa è stata una mossa messa in atto da Rockstar Games per dimostrare che tutti gli uomini, di qualunque nazionalità a cui essi siano/appartengano, devono essere considerati uguali e senza alcuna distinzione. Il gioco ha presentato notevoli miglioramenti, il tutto con una trama piena di colpi di scena e di cambiamenti improvvisi.  Tralasciando i vari spin-off, usciti su Playstation 2, Nintendo DS e PSP, arriviamo a parlare di GTA IV, arrivato nei negozi nel 2007 per Xbox 360 e Playstation 3 e qualche tempo più tardi anche su PC. Ovviamente, il salto generazionale ha portato i benefici sperati, tuttavia, il titolo non è riuscito a spiccare per trama e gameplay. I ragazzi di Rockstar Games hanno realizzato un titolo ottimo, anche se non memorabile come avvenuto con GTA: San Andreas. Detto questo però non possiamo non citare tutte le migliorie del caso, come una maggior varietà nelle missioni e la possibilità di giocare in multigiocatore, anche se l'online era fine a se stesso, tanto è vero che dopo pochi mesi, i giocatori sono stati indotti ad abbandonarlo e a concentrarsi esclusivamente sul comparto single player.

Il GTA più bello (e costoso) di sempre?

Ed ora passiamo ai tempi attuali. Oramai mancano solo 4 giorni all'uscita del gioco! GTA V uscirà dopo ben 6 anni di sviluppo. Fin dal suo annuncio, Rockstar Games è stata piuttosto restia nel rilasciare dettagli e novità. Ovviamente, dietro questa decisione vi è un motivo ben preciso. Negli ultimi anni, il settore videoludico ha perso quell'effetto sorpresa caratteristico e la sua grande crescita ha visto costretti gli sviluppatori a rilasciare periodicamente delle informazioni dei propri titoli, tra immagini, trailer e dichiarazioni di ogni tipo, per mostrare le vere potenzialità e la qualità dei propri prodotti. Rockstar Games non è voluta scendere a questi compressi e forte della popolarità acquisita negli anni dalla serie, ha dosato a poco a poco le informazioni da rilasciare agli appassionati per creare il tanto desiderato “effetto sorpresa”. E quello che ci viene da dire è che la software house è riuscita nel suo intento. Difatti a pochissimi giorni dall'uscita nei negozi, le tante incognite rimangono e ciò non fa che aumentare di gran lunga l'HYPE attorno al gioco.

Sulla trama di GTA V, sappiamo relativamente poco. Conosciamo i nomi dei tre protagonisti: Franklin, Michael e Trevor. Le vite dei tre criminali si intrecceranno e a detta di Rockstar Games, potremo utilizzare liberamente ogni personaggio al di fuori delle missioni, mentre in queste ultime dovremo bilanciare l'uso di ognuno per risolvere determinate situazioni critiche. Ovviamente, se nel corso di una missione uno dei tre verrà ucciso scatterà il game over. Dunque, a differenza dei capitoli precedenti, GTA V avrà tre storie per altrettanti protagonisti, e ciò rappresenta una novità corposa rispetto ai capitoli precedenti.

Per quanto concerne il gameplay, la software house canadese ha fatto affidamento ad altri titoli arrivati sul mercato successivamente all'uscita di GTA IV. Primo fra tutti Red Dead Redemption, un free roaming ambientato in epoca western. Per Rockstar Games questa nuova IP ha rappresentato senz'altro un successo e gli ha dato modo di migliorarsi. Tante caratteristiche del gameplay di Red Dead Redemption le ritroveremo infatti in GTA V, questo secondo lo studio americano. Pochi accenni sono stati fatti sulla colonna sonora che – secondo gli ultimi rumor  http://kingdomgame.it/news/1323-svelata-la-colonna-sonora-di-gta-v   – dovrebbe comprendere ben 100 brani.

Tutto questo quanto sarà costato a Rockstar Games? Fior di quattrini! GTA V è il gioco più costoso della storia. Difatti i lavori per lo sviluppo sarebbero costati alla compagnia l'esorbitante cifra di 265 Milioni di dollari. Trattandosi di un titolo attesissimo, Rockstar Games crede di recuperare i soldi in pochissimo tempo, fiduciosa anche del successo esorbitante avuto in passato.

Cos'è GTA Online?

Negli ultimi anni, il multiplayer è riuscito a ritagliarsi un grande spazio in tutti i maggiori videogiochi. GTA V non sfugge a tale regola, anzi, Rockstar Games ha deciso di puntare forte su questa componente, realizzando un mondo completamente connesso che farà da fulcro all'intera esperienza di gioco. L'utente potrà esplorare la città, portare a termine le missioni rilasciate periodicamente mediante aggiornamenti, rapinare banche e negozi con l'aiuto dei propri amici e – volendo – affrontare i classici deathmatch. Il personaggio virtuale sarà completamente personalizzabile, potremo acquistare nuove auto, modificarle e custodirle in un nostro garage o addirittura in un concessionario!

L'intento della casa americana è quello di offrire all'utente un gioco sempre più vario e pieno di sorprese. Riuscirà a raggiungerei il suo obbiettivo? Noi di KingdomGame.it, dedicheremo una recensione completa a GTA Online per verificare se queste premesse saranno rispettate o meno.

Quel che è fatto è fatto...

In questo speciale, abbiamo cercato di accompagnarvi all'uscita di uno dei titoli più attesi negli ultimi anni dai videogiocatori con un occhio di riguardo al passato della serie, ma con un focus particolare incentrato sul nuovo capitolo. Le premesse per giocare un titolo perfetto ci sono tutte. GTA V dovrebbe essere uno di quei giochi capace di entrare nella storia dei videogames (in realtà ci  è già riuscito, visto che si tratta della produzione videoludica più costosa). Aspettiamo con ansia di provarlo, spulciarlo nei minimi particolari per regalarvi una recensione razionale, precisa e approfondita al punto giusto. Appuntamento quindi al prossimo articolo, la nostra recensione di GTA V!


Marino D'Angelo

Mi chiamo Marino e sono di Roma. Ovviamente sono un appassionato di videogiochi (sennò che ci sto a fare qui!? ) Mi piace leggere, scrivere e condividere le mie passioni con gli altri. Questa è una delle motivazioni che mi ha spinto a provare a diventare un redattore di questo settore. Più andavo avanti e più mi piaceva. Dopo varie esperienze, ho deciso di avviare il progetto KingdomGame.it, insieme ad altri ragazzi che condividono la mia stessa passione. I miei generi preferiti sono:
- TPS, FPS, Free roaming, Sportivi e strategici.