Nexus 5: scopriamo cosa ci riservano Google ed LG

Il Nexus 5 riuscirà a conquistare la sua fetta di mercato?

scritto da
Vota questo articolo
(8 Voti)
MOBILE

Il 13 novembre 2012 veniva immesso sul mercato il Nexus 4, prodotto da LG per conto di Google. Il device riuscì a conquistare un buona fetta di acquirenti, nonché a settare nuovi standard per quanto concerne il rapporto qualità/prezzo grazie a caratteristiche di punta in soli 299$ di spesa (versione da 8GB). Ad un anno di distanza si torna a parlare di questa linea di smartphone commissionati da Google e avente Android puro, ovvero senza alcuna personalizzazione da parte dei produttore, come sistema operativo.

Il Nexus 5 sarà prodotto nuovamente da LG, sicuramente una scelta azzeccata dopo l’ottimo lavoro svolto con il predecessore. Ad oggi on si hanno ancora annunci ufficiali, che comunque non dovrebbero tardare ad arrivare visto l’evento in programmazione dalla stessa Google per il 24 ottobre (anche se non è stata confermata la presenza del dispositivo ndR). Come però di norma, le indiscrezioni sono all’ordine del giorno e spesso davvero interessanti, e talvolta veritiere. Un caso in particolare ha riscosso un forte eco sul web: l’apparizione sul Google Play Store del suddetto. Ovviamente nulla di confermato dalle società interessate. Dobbiamo però dire che l’azienda con sede a  Mountain View è tipica di tali, e voluti, leak. La pagina di questo presunto Nexus 5 non aveva comunque alcun dettaglio trascritto, tranne che per il costo, e scusateci se è poco. Come anche in passato, la linea Nexus non dovrebbe smentirsi e dunque essere proposta ad un prezzo assai competitivo, portabandiera di questi modelli e soprattutto uno dei punti chiave per il suo successo. Il modello apparso sullo store sarebbe dunque quello da 16GB venduto a 349$, lo stesso prezzo di lancio della versione a pari memoria del Nexus 4. La domanda è se anche questa volta verrà rilasciata una variante ad 8GB che con un costo ancor più contenuto farebbe gola a non pochi acquirenti.

Un altro rumor ad aver fatto il giro del mondo riguarda un documento riportante le specifiche tecniche del Nexus 5,  ovviamente anch’esso non pubblicato ne ufficializzato da Google o LG. Le varie caratteristiche rilasciate sono davvero allettanti, specie considerando il possibile, e probabile, prezzo di immissione sul mercato. Andiamo dunque a scoprirle assieme. Per quanto riguarda il display, stando a quanto riportato, il nuovo modello della famiglia Nexus sarebbe equipaggiato da un  4,95 pollici da 1080p con qualità IPS TFT. Per quanto concerne i PPI (punti per pollice), non vi erano menzioni. Proseguendo, il documento citava come processore un  Qualcomm Snapdragon 800 da 2.3GHz (lo stesso montato sul G2 della LG ndR). Anche la RAM sarebbe identica a quella del modello LG citato poc’anzi: ovvero 2GB. Per quanto concerne invece la batteria, il nuovo Nexus adotterebbe una soluzione a 2.300 mAh, che potrebbero essere sufficienti con una buona ottimizzazione dei consumi, ma ci saremmo aspettarci qualcosa in più. Nessun cambiamento invece per la fotocamera principale, quella posteriore, che resterebbe sugli 8 megapixel. Una scelta che non può ne essere lodata ne criticata, specie in assenza di prove concrete della qualità. Il documento preso in esame, riporta inoltre la disponibilità solo di due modelli: quello da 16GB e 32GB. Si tratterebbe di una mossa possibile, ma che limiterebbe la scelta a coloro che, a fronte di un risparmio di ulteriori 50$, avrebbero optato per una capacità di archiviazione da 8GB.

Per quanto concerne invece il sistema operativo adottato dal Nexus 5, si tratterà quasi sicuramente dell’Android 4.4 KitKat, il nuovo grande update del OS Mobile di Google. Come già accennato in precedenza, i device di questa famiglia vengono equipaggiati con l’Android puro e quindi senza personalizzazioni alcune da parte della casa produttrice. A confermare la presenza del KitKat, ci sarebbero alcune immagini leak mostranti proprio il display dello smartphone, grazie alle quali si notano la presenza del nuovo look dell’icona delle chiamate e della fotocamera.  Anche la barra notifiche (che adotta il bianco anziché il blu) e il drawer risultano cambiati.

Estetica e Conclusioni

Dovendo invece parlare dell’estetica del nuovo Nexus, possiamo dire che le immagini trapelate sul web (e appartenenti all’operatore telefonico canadese Telus) mostrano un look sobrio, semplice e d’impatto. Anche con il Nexus 4 il lavoro svolto era davvero da lodare, e sembrerebbe proprio LG ci abbia azzeccato anche stavolta. Le due estremità, superiore e inferiore, risulta leggermente tondeggianti, mentre la fotocamera posteriore e relativo flash vengono proposti a lato. La scritta Nexus, formato lucido, è messa verticalmente al centro del device, poco più sotto appare il logo LG. Nessun tasto fisico frontalmente, mentre ai due lati troviamo il power e la regolazione del volume. Ovviamente nessuno può discutere i gusti altrui, ma a noi di Kingdomgame.it piace davvero tanto.

Siamo giunti alla fine di questa panoramico sul Nexus 5. Ci teniamo nuovamente a sottolineare come, al momento, Google o LG non abbiamo ufficializzato nulla: né i dettagli circa le specifiche tecniche, né il leak circa il prezzo di commercializzazione. L’evento del 24 potrebbe essere la sede dell’unveil  del prodotto, ma anche in questo caso non possiamo dare certezze. Al momento possiamo solo essere fiduciosi e galoppare di fantasia (neanche tanto se vogliamo credere a quanto trapelato finora). Considerato il lavoro svolto sul precedente modello da LG e da Google, non ci sorprenderemmo però se le aspettative fossero ampiamente confermate e, perché no, addirittura superate.

Domenico De Martino

Nel mondo dell’editoria digitale praticamente da sempre, cresce a pane e news per poi espandere i propri confini con recensioni, anteprime, speciali e rubriche. Gioca fin dalla tenera età ma solo con il tempo etichetta il mondo del gaming e della tecnologia ad arte, nel senso più stretto del termine. Non disdegna le console Microsoft e Nintendo ma la Sony avrà sempre un posto speciale per lui. Con gli anni si da anche al PC Gaming che ad oggi reputa il essenziale. Amante degli Adventure e degli Sparatutto, ha un occhio di riguardo anche per RPG in stile giapponese, gli Action e ultimi, ma non ultimi, gli Indie Games. La sua parola preferita è “Epico”.