Diamo uno sguardo a Counter-Strike: Nexon Zombies

Terroristi e anti-terroristi uniti verso un obiettivo comune... combattere i non-morti!

scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
PC
Mantieni la posizione e non smettere di sparare! Mantieni la posizione e non smettere di sparare!

Lo scorso 23 Settembre è stata aperta un'open beta su Steam per Counter-Strike: Nexon Zombies, un titolo FPS free-to-play sviluppato dal team Nexon Europe in collaborazione con Valve. Si tratta di una rivisitazione del Counter-Strike originale con alcune aggiunte, come ad esempio delle nuove armi e modalità di gioco. Ho dunque avuto modo di provare il gioco e farci qualche partita, qui di seguito andrò a dirvi cosa ne penso.

La prima volta che ho lanciato il gioco non sapevo cosa aspettarmi e quando mi si è presentato davanti lo schermo un comparto tecnico di dieci anni fa, ero rimasto leggermente dubbioso. Oltre ad alcune modalità PvP competitive già conosciute in passato, sono state aggiunte delle nuove modalità PvE e PvP con la presenza degli zombie, controllati da altri giocatori o dal computer. Nelle modalità PvP saranno presenti due squadre, una leggermente più numerosa composta dagli umani, a volte aiutati anche da alcuni NPC e un’altra composta dagli zombie. Nonostante i giocatori umani siano in superiorità numerica, sarà comunque molto facile che gli zombie prendano il soppravvento su di loro, considerando il fatto che i non-morti in queste modalità possiedono circa tremila punti salute e cinquecento di armatura. Questo fattore non fa altro che incentivare i giocatori a "camperarsi" in uno o più punti della mappa radunandosi all'inizo della partita, questo perchè se si decidesse di correre per la mappa cercando di scappare, la sopravvivenza risulterà impossibile visto che i non-morti corrono anche più veloci di noi, dunque oltre a rallentarli (la partita può essere vinta anche se scade il tempo) riempendoli di proiettili e ucciderli, non sono disponibili ulteriori soluzioni.

Andiamo a cercare delle risorse!

Parlando invece delle modalità PvE, quella che mi ha suscitato maggior interesse si intitola Zombie Shelter, una modalità in cui i giocatori dovranno cooperare tra di loro per proteggere il campo base dalle creature durante le notti. Ho detto durante le notti giusto? Si, perchè durante il giorno gli zombie non attaccheranno il rifugio(a meno che non li si attiri) e si dovrà girare per la città in cerca di materiali, per poi riportarli al rifugio al fine di edificare delle strutture che facilitino la difesa della base. Sarà dunque possibile costruire dei punti d'osservazione, delle torrette difensive e molto altro. Appena comincia la partita mi accorgo di non avere armi da fuoco, infatti il giocatore inizierà la partita equipaggiato solo di un martello da lavoro/ascia, con il quale dovrà poi raccogliere i materiali e costruire le strutture e perchè no? Anche uccidere gli zombie.

Continua a sparare, tanto non finirai le munizioni in tempo

Con il passare delle giornate inizieranno a generarsi in punti specifici della mappa dei boss, i quali non ci torcieranno neanche un capello se staremo a debita distanza, non verremo attaccati nemmeno nel caso in cui incrocieremo il loro sguardo a una distanza di circa 50 metri, il che mi fa pensare a quanto possa essere sofisticata l'intelligenza artificiale di questo gioco. Naturalmente non giocheremo per sempre equipaggiati solo di un martello, infatti per alcuni periodi di tempo sarà disponibile un negozio dove potremo spendere i nostri soldi (guadagnati falciando zombie) per acquistare le armi da fuoco, alcune delle quali saranno acquistabili solo se sbloccata una determinata abilità in precedenza.

Essendo free-to-play, naturalmente è presente uno shop per poter acquistare vari oggetti, il quale a prima vista risulterà un po’ confusionario e per capirne il funzionamento bisognerà spenderci qualche minuto, anche se per valutarlo per bene servirebbe un'analisi più approfondita che in una beta di due giorni non è possibile fare. Nonostante tutto Counter-Strike: Nexon Zombies è riuscito comunque a intrattenermi, anche se un comparto grafico leggermente più avanzato avrebbe potuto migliorare notevolmente l’esperienza di gioco. Il titolo verrà rilasciato su Steam il 7 Ottobre, con alcuni miglioramenti basati sui feedback ricevuti durante questa beta.

Roberto Antoniello

 Un ragazzo appassionato di Videogames, informatica ( in particolare programmazione ed editing video), cosplay, modellismo e collezionismo, non dimentichiamoci del cinema.  Ascolta Rock  e metal ma soprattutto Rock. Ha iniziato la sua carriera video ludica  all’età di 5 anni nel 2001 con Halo combat Evolved, in avanti col tempo ha sempre preferito come generi:  Fps, Tps, survival Horror e strategia in tempo reale. Ha un particolare interesse verso l’universo di Halo, possedendo action figures, fumetti e chi più ne ha più c’è ne metta.