New Nintendo 3DS, il nostro unboxing

La console portatile più venduta al mondo si rifà il trucco e cambia d’abito. Scopriamo insieme le sue caratteristiche prima del lancio ufficiale

scritto da
Vota questo articolo
(6 Voti)
3DS
L'edizione Ambasciatori di New Nintendo 3DS L'edizione Ambasciatori di New Nintendo 3DS

C’è poco da fare: Nintendo con le sue console portatili a doppio schermo ha praticamente eclissato lo straordinario successo del Game Boy, nonostante alcuni utenti continuino a confonderne i nomi.

E’ una storia di grandi successi quella della famiglia DS, capace di cambiare per sempre il nostro modo di intendere il videogioco, invitandoci spesso a preferirlo alla classicità di quelle casalinghe. Sono stati titoli come Brain Training, Nintendogs, ma anche Pokémon a decretarne il successo massivo, per poi lasciare spazio alle terze parti con giochi di ruolo e picchiaduro, utili a colmare quel ‘GAP’ che non sempre riesce a Nintendo.

Un successo planetario dunque, con vendite record difficilmente ripetibili per i diretti competitor. Forse solo il mercato degli Smartphone sembra scalfire questo dominio, se pur di natura e definizione differente. Le pressioni effettuate dagli azionisti per mobilitare Nintendo verso questo mercato, stanno comunque facendo il loro corso e l’interesse della casa di Kyoto in tale direzione inizia a farsi sentire. La concessione per far apparire le proprie icone in altri videogames terzi è un semplice esempio, dal quale potrebbe svilupparsi una decisa strategia per le piattaforme future.

Comunque vada, non spetta a noi giudicarlo in questo articolo. Concentriamoci quindi su New Nintendo 3DS, terzo restyle della piattaforma che porta in dote anche una maggiore potenza harware, oltre il fascinoso “cambio d’abito” apparentemente preso in prestito dal mondo degli smartphone.

New Nintendo 3DS e stilo

Spacchettiamolo

Noi non ci nascondiamo. Siamo fra i fortunati Ambasciatori Nintendo a cui è stata recapitata la mail per acquistare l’edizione limitata di New Nintendo 3DS. Questa, ci ha dato modo di entrare in possesso della nuova console con un certo anticipo, godendo anche di una cover esclusiva e di uno stand da tavolo per ricaricare la batteria della console.

Il primo impatto non è stato dei migliori, forse a causa della confezione minimale in stile Apple; fortunatamente una volta aperta, le cose sono andate molto meglio. Gli accessori si sono rivelati essenziali, senza ombra di dubbio di quantità e qualità capace di giustificarne sia il prezzo, che l’acquisto. La possibilità di sostituire le cover, dando più colore e personalizzazione alla console, è forse la scelta più azzeccata, un qualcosa che dovrebbe divenire lo standard per tutte le piattaforme ludiche.

La dotazione presente nella reale confezione della console invece, si è rivelata estremamente minimal, corredata esclusivamente dai libretti di istruzioni, le carte per la Realtà Aumentata che già conosciamo e la cover superiore della console, probabilmente lasciata all’intervento dell’utente per verificare i codici seriali nella fase di apertura. Stop. Il carica batterie - come anticipatamente segnalato nella fase di acquisto - non è presente, esattamente come i precedenti restyle. Lo si può acquistare a parte o nel caso fosse presente, prendere in prestito dai precedenti modelli.

i tasti di New Nintendo 3DS

Tosto come pochi

Quello che viene spesso sottovalutato è la qualità dei materiali utilizzati e bisogna ammetterlo, sotto questo punto di vista Nintendo non sbaglia praticamente mai. La console appare robusta e la qualità delle plastiche utilizzate sembra pensata per uno stress test o, se preferite, utilizzo prolungato negli anni.

La disposizione di alcuni elementi è stato ridisegnato per offrire il massimo confort dell’utente, ricordando sempre che si tratta di una console da viaggio. Nella parte frontale si trova l’alloggiamento per le cartucce, compatibile con i giochi di Nintendo DS e 3DS, il jack per le cuffie, il tasto di accensione e lo stilo da utilizzare con il Touch Screen. Nella parte opposta, si trova invece il connettore per il carica ed i quattro tasti dorsali, utili per ogni evenienza software.

La parte superiore di New Nintendo 3DS oltre la prima cover intercambiabile, ospita la doppia fotocamera per scattare fotografie o girare filmati in 3D. In quella inferiore invece, è presente la seconda cover rimovibile attraverso due viti a stella. Una volta rimossa, si può accedere alla batteria e al lettore di scheda micro SD.

Aprendola per utilizzarla, nella parte destra accanto al Touch Screen, si notano immediatamente i tasti azione, colorati in modo da ricordare quelli del caro e ormai vecchio, Super Nintendo. Accanto trova posto la nuova leva analogica, molto simile agli Stick Pad disponibili su alcuni Notebook. I tasti Start e Select sono più in basso, mentre dalla parte opposta, troviamo sia lo Slide Pad che già conosciamo, che la sempre fedele croce direzionale.

La parte alta vanta un luminosissimo schermo 3D nettamente migliorato nelle prestazioni. Sulla sommità trova posto la fotocamera interna con sensore di movimento; ai lati invece, sono ben visibili le casse stereo e i due regolatori di audio ed effetto 3D.
Il cuore della nuova piattaforma è stato potenziato rispetto al modello originale, andando ad ottimizzare la durata della batteria e la qualità visiva. Inoltre è stato integrato il sensore NFC per la piena compatibilità con le statuette Amiibo. Questo upgrade hardware porterà vantaggi nello sviluppare videogiochi esclusivi sulla piattaforma, un po’ come accadeva in precedenza con Nintendo DSi.

Il giudizio complessivo su New Nintendo 3DS è ovviamente positivo in virtù di quanto descritto precedentemente. Un’occasione di acquisto imperdibile per chi non ha familiarità con questa console, ma anche un occasione per conquistare nuovi ‘adepti’. Ai possessori del vecchio modello di Nintendo 3DS consigliamo di puntare leggermente più in alto con la versione XL, sempre che non siano amanti dei viaggi in metrò e delle tasche di jeans e giacche poco capienti.
New Nintendo 3DS sarà disponibile sul mercato dal prossimo 13 febbraio, sia nella versione standard, che nel prezioso Bundle dedicato a The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D, la riedizione di uno dei titoli più apprezzati su Nintendo 64. A questo punto vi lasciamo in compagnia del filmato dedicato al nostro “spacchettamento”; buona visione!

Il nostro unboxing sul New Nintendo 3DS - Kingdomgame.it
Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.