Come fare lo Shard of Azzinoth di WoW - Guida al cosplay

Un nuovo collaboratore esterno giunge nel regno, oggi ci racconta come realizzare una famosa arma proveniente da World of Warcraft!

scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)
Non ditelo ad Illidan però! Non ditelo ad Illidan però!

Benvenuti! Quanto piace a noi di Kingdomgame parlare di cosplay? Forse troppo, tant'è che in redazione io, Matteo Bruno, e Roberto Antoniello, storici cosplayer del sito, siamo riusciti ad inculcare questa passione niente meno che nel nostro caporedattore Riccardo Rossi. Ma non sono qui oggi per annoiarvi con i retroscenza dello staff, ed è anzi mio compito presentarvi un nuovo collaboratore esterno al sito: Marco Favot, conosciuto meglio anche come The Evil Phoenix.

Come Crystal e Manuela anche lui ci aiutera, ma soprattutto vi aiuterà, durante il procedimento di realizzazione del vostro cosplay. A differenza però delle altre due cosplayers, con lui affronteremo solo un determinato oggetto alla volta cercando quindi di realizzare un singolo accessorio, arma o gadget nel modo più accurato possibile, non badando a spese. Questa non sarà una rubrica mensile ma tenteremo comunque di fornirvi quanto più materiale possibile sfruttando anche le uscite importanti del mondo videoludico.

Oggi, per inaugurare questa collaborazione vi presentiamo lo Shard of Azzinoth, un temibile pugnale proveniente dal MMO di successo creato da Blizzard, World of Warcraft, e ottenibile tramite Illidan, uno dei personaggi più controversi e apprezzati dell'intero titolo. Un'arma epica, in grado di incutere timore negli avversari grazie alla sua luce verde e in grado di potenziare l'attacco del giocatore così come proteggerlo durante le varie battaglie che si troverà ad affrontare. Piccolo off-topic, illidan ormai fa parte anche della schiera di eroi di Heroes of The Storm, il nuovo MOBA creato sempre da Blizzard che alcuni reputano nettamente migliore di League of Legends, Dota e altri suoi simili.

Prima però di immergerci nella guida voglio ricordarvi, qualora ve le foste perse tutti i nostri tutorial realizzati fino ad ora:

Shard of Azzinoth 

Materiali utilizzati:

  • Forex da 3mm (detto anche Multiexel)
  • Gomma Crepla 1mm (Foam)
  • Worbla's Finest Art (comunemente chiamato Worbla)
  • Un grosso taglierino
  • Bostik
  • Attack gel
  • Minitrapano (io ho usato un Dremel, ma qualunque marca funge allo scopo)
  • Punta da carteggio a trama larga
  • Incisore
  • Carta vetrata a grana 220 (la più fina che trovate in commercio)
  • Morsetti
  • Termosofiatore (chiamato anche Phon industriale)
  • Primer Spray nero
  • Vernice acrilica Fluorescente indelebile Verde Brillante 12 (Ferrario)
  • Vernice acrilica semi-opaca Dark Green
  • Vernice acrilica metallizzata Midnight Blue
  • Vernice acrilica Oro Ricco Glossy 136 (Ferrario)
  • Pigmenti metallici Oro Ricco 04 (Ferrario)
  • Vernice protettiva Trasparente Lucida

Nel caso vi servisse un'immagine del procedimento appena descritto in fondo all'articolo trovate una ricca galleria di foto contenente tutti i passaggi principali.

Cartamodello e lame

Innanzitutto abbiamo bisogno di documentarci a dovere sul pugnale da realizzare. Personalmente mi piace reperire più immagini possibili, facendo screenshot dal gioco e cercandone altre più dettagliate su internet. Una volta che la fase di ricerca è completa, le stampo e creo una piccola bacheca, da avere sotto gli occhi costantemente durante la lavorazione. È molto importante avere sempre almeno un'immagine di riferimento mentre si lavora, questo ci aiuterà ad essere più precisi e ci permetterà di correggerci in caso di errore.

Il primo passaggio dunque è quello di realizzare un cartamodello in scala 1:1 dell'oggetto da realizzare. Ci sono diversi metodi da poter utilizzare, stampare una foto ingrandendola finchè non siamo soddisfatti del risultato, creare una griglia su una stampa e riportando il tutto su un foglio più grande, o facendo un disegno a mano libera. Qualsiasi metodo scegliate di utilizzare il cartamodello è un elemento essenziale per poter realizzare un buon accessorio il più fedele possibile all'originale.

Ora che abbiamo un'idea precisa di quello che vogliamo realizzare, riportiamo cinque copie della lama sul foglio da 3mm di Forex (ed in tre di queste aggiungiamo una barra da 10 cm, che servirà per il fissaggio dell'impugnatura e della guardia). Per tagliare il Forex sara necessario passare con decisione un paio di volte sulla linea guida appena realizzata con un grosso taglierino da carpenteria. State molto attenti in questa fase, è molto facile farsi male tagliandosi.

Cosplay: Guida alla realizzazione dello Shard of Azinoth

Successivamente ho incollato le varie "facce" con abbondante Bostik (il migliore amico dei cosplayer) assicurandomi che tutti i pezzi aderissero bene tra loro, bloccandoli con dei morsetti (facilmente trovabili in qualunque negozio di bricolage a un euro circa l'uno) per almeno una trentina di minuti.

È giunta ora la fase più sporca e lunga di tutta la lavorazione: la fase di limaggio. Questa è un'operazione che vi consiglio di fare all'aperto se possibile, con occhialoni protettivi e mascherina respiratoria, il Forex limato produce una polvere estremamente sottile e fastidiosa.

Equipaggiata la punta da carteggio nel minitrapano (va bene anche un trapano a batteria, l'importante è che ci sia la possibilità di regolare i giri del motore, personalmente ho usato una potenza di 1500 giri), come primo passaggio realizzo uno "scalino" sul limitare del filo della lama, ovvero fin dove dovrò arrivare a limare in un secondo momento.

Cosplay: Guida alla realizzazione dello Shard of Azinoth

Realizzato tale limite del filo della lama, è ora di grattare, piano e con costanza, lavorando a "strisce", partendo dall'esterno verso l'interno, fino a raggiungere l'inclinazione desiderata. In questo caso è stato un lavoro molto lungo, con quasi 1cm di inclinazione per lato. Fatto il grosso della limatura, ho dato ancora qualche passata (questa vola a mano), con una carta vetrata con grana molto fine per rendere la parte il più liscia possibile (più la grana sarà fina, più il risultato finale verrà liscio). E con questo, si può dire che la parte della lama sia finita come prima lavorazione.

Impugnatura e colorazione

Ho realizzato la guardia utilizzando Della Gomma Crepla (Foam) da 1 mm di spessore. Una volta realizzati i lembi delle due "ali", ho provveduto a termoformarli con il Termosoffiatore, sfruttando una mezza sfera di plexiglass come base per dargli la forma desiderata (una classica sfera trasparente che viene usata per fare le palle di natale, trovabile in negozi per la casa, di bricolage e cartolerie). Tra di loro poi i lembi sono stati fissati usando l'Attack, utile per la sua rapidissima presa.

Passiamo ai decori in rilievo. Per farli, ho utilizzato degli avanzi che avevo in casa di Worbla, materiale delle meraviglie, che una volta scaldato diventa malleabile come plastilina e che una volta raffreddato diventa resistente come pietra. Realizzati diversi "vermicelli" di Worbla, ho provveduto a fissarli sulla guardia, aiutandomi con dell'Attack una volta che si erano induriti. Con lo stesso procedimento di limatura della lama ho realizzato l'impugnatura del pugnale e il cuore della guardia, cercando di rendere il pezzo il più ergonomico possibile.

Non essendoci uno schema vero e proprio delle decorazioni presenti, ho un po' improvvisato, pur segnandomi una linea guida sul pezzo prima di andare ad incidere. Per questo lavoro serve una mano ferma, e tanta pazienza. Io per aiutarmi ho fissato l'impugnatura in una morsa cercando di non segnare con questa il pezzo da lavorare e poi incidento grazie all'ausilio di un incisore (volendo e se si trova la punta adatta può sempre essere utilizzato il minitrapano per questo procedimento).

Come prima, anche qui i decori in rilievo del pomolo li ho realizzati con il Worbla, andando a tagliare i vari "petali" uno a uno. Infine, con abbondante Bostik, ho fissato le varie parti che compongono il pugnale tra loro, passando diversi strati di vetroresina (solo la parte liquida, niente fibra) nelle parti realizzate in Foam.

Cosplay:Guida alla realizzazione dello Shard of Azinoth

Prima di partire con la colorazione vera e propria, vi consiglio di passare un generoso strato di Primer sull'oggetto. Oltre a fare da base pulita per l'aggrappaggio del colore che verrà dato successivamente, il primer serve per aumentare la resa visiva dei colori (facendoli sbocciare) e aumentandone la durata e resistenza.

Per la colorazione, una volta “primerizzato” il pugnale, sono partito con la lama, essendo la parte più estesa. Per arrivare al caratteristico colore verde fluo, sono stati necessarie almeno cinque mani di colore, aspettando che ogni mano si asciugasse per bene prima di passare alla successiva. Fatto questo ho tamponato a pennello asciutto il colore verde scuro, per realizzare le venature scure della lama, ho preferito questo effetto perché in origine queste non sono troppo definite, e questa tecnica permette di creare un effetto soddisfacente. Come per il verde, anche il blu metallizzato ha richiesto diverse mani di colore per ottenere un bell'effetto uniforme e pieno come volevo.

Infine con il colore oro ho colorato i dettagli in rilievo. In una tavolozza (va bene un qualunque supporto, come una ciotola ad esempio) ho mischiato il colore acrilico oro ricco con i pigmenti metallici, fino ad ottenere un bel colore carico e brillante. Per questo è stato necessaria un'unica mano di colore, essendo la vernice risultante molto più densa di quelle utilizzate in precedenza.

Come tocco finale ho dato due strati di vernice protettiva lucida unicamente sulla lama del pugnale, per proteggere il colore, e per avere un effetto vetrificato della stessa e questo è il risultato finale del tutto.

The Evil Phoenix

Siamo quindi giunti alla fine di questa prima collaborazione, sia noi che The Evil Phoenix speriamo che questa guida vi sia stata d'aiuto e vi aspettiamo il mese prossimo per la realizzazione di un nuovo oggetto, abbiamo già in mente qualcosa che vi stupirà. Per eventuali richieste, dubbi o altro non esitiate a lasciare un commento a questo articolo dove vi risponderemo nel modo più completo possibile e nel frattempo vi invitiamo a lasciare un “mi piace” alla nostra pagina Facebook Kingdomgame.it per rimanere sempre aggiornati sulle nostre ultime uscite e ovviamente anche alla pagina di The Evil Phoenix dove potrete seguire da vicino tutti i suoi lavori.

Matteo Bruno

Appassionato di videogames, di manga, film e libri fantasy. Sempre pronto a dire la sua e a cercare tutte le novità riguardo agli argomenti a lui cari.