Call of Duty Black Ops 3 beta multigiocatore - Date una medaglia a Treyarch

Ho passato un po' di tempo online con la beta multigiocatore di Black Ops 3. Se la meritano la medaglia?

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PS4 XONE PC
Il multigiocatore in prova Il multigiocatore in prova

La beta multigiocatore di Black Ops 3 è disponibile e giocabile per tutti quelli che hanno prenotato il gioco. Almeno una medaglietta, una piccola piccola se la meritano. Per la seconda volta, dopo World at War, Call of Duty riceve una prova del suo multigiocatore.  Almeno i fan - o tutti coloro che da anni scrivono in giro per il web le solite critiche ormai riservate alla serie - avranno qualcosa di concreto da dire, almeno questa volta basato su un qualcosa di provato con mano.

Certo, sarebbe stato meglio far giocare la beta a tutti, non solo a chi ormai il gioco lo ha comprato, ma a questo giro accontentiamoci. La buona notizia è che questa volta Treyarch ha la possibilità di testare il multigiocatore prima che i problemi emergano una volta che il gioco è uscito, potendoli così sistemare prima del D1. Perché è così Treyarch no? Sistemerai le magagne del gioco, vero?

Non farmi ritirare quella medaglia. Come molti di voi, odio i camper e odio i geni che fanno spawnkill. Per la prima, ne ho beccato qualcuno, non proprio furbescamente nascosto e neanche troppo fastidioso o difficile da eliminare, ma lo spawnkill, Treyarch, lo spawnkill…

Black Ops 3 multigiocatore beta provato

L’azione in Black Ops 3 è davvero veloce, si entra nel vivo dell’azione dopo pochi passi. E questo, magari non per tutti, può essere una buona cosa. Ritmo incalzante, mai un momento di tranquillità. Si cammina, si spara, si muore.

Ma ciò che non mi è piaciuto è la facilità con cui i nemici arrivano nella zona di respawn della nostra squadra e la assaltino. Rendendo il tutto davvero poco divertente.

Ciò che mi è davvero piaciuto però è la fisicità del personaggio e il feedback dei colpi. Come mai prima d’ora, spostarsi e sparare danno una sensazione unica al giocatore. Il nostro personaggio ha un certo peso e lo avvertiamo, così come avvertiamo i colpi andati a segno.

Ottima l’idea di mischiare quanto fatto da Treyarch in passato e ciò che si è inventata Sledgehammer in Advanced Warfare, sia come gameplay sia nella personalizzazione. Nel crea una classe siamo ancora una volta liberi di rendere davvero unico il nostro arsenale, portandoci con noi quello che vogliamo, o che non vogliamo. 

Personalmente, ho perso la voglia di continuare a giocare dopo poche partite. Sarà che è una beta, sarà che giocare ogni anno al multigiocatore di CoD inizia a farsi pesante dopo tutto questo tempo. Questo non è influenzato dal lavoro di Treyarch o dalla qualità del titolo, prendetelo come una riflessione personale, spero vivamente che lo sviluppatore sistemi un pochetto le mappe e i respawn. Per il resto, massima fiducia in Treyarch.

Il trailer della beta
Riccardo Rossi

Videogiocatore fin dall’infanzia, ancora innamorato di Final Fantasy X e dei Giochi di Ruolo a turni. Affascinato dagli emotional game in grado di trasmettere sensazioni al giocatore. Da amante dei Free Roaming e del post apocalittico lo si può ancora trovare disperso nella Zona Contaminata della Capitale intento a portare a termine l’ennesima partita a Fallout 3. Felice di chi porta innovazioni e nuove esperienze ludiche nel settore. La passione per i videogiochi ha incontrato quella della scrittura, da anni si diletta come redattore. L’esperienza con KingdomGame.it l’ha portato ad accamparsi fuori dagli uffici milanesi di distributori e publisher pronto per partecipare agli eventi stampa, dove è possibile trovarlo regolarmente pad e microfono alla mano.